Infezione da streptococco beta emolitico di gruppo B. Come si trasmette l'infezione durante il parto? Si può trasmettere anche in un parto con taglio cesareo?

L'infezione da streptococco beta emolitico di gruppo B è una causa importante di malattia neonatale di tipo batterico, potenzialmente mortale.

Può manifestarsi precocemente, di solito entro le prime 72 ore di vita e comunque non oltre i sei giorni, o più tardivamente, in genere a tre - quattro settimane di età. La malattia ad esordio precoce esordisce con sintomi respiratori (apnea, cianosi, gemiti, aumento della frequenza respiratoria), spesso con polmonite concomitante e stato di shock. Occasionalmente può comparire una meningite. Quest'ultima è più frequente nella forma ad esordio tardivo.

L'infezione viene trasmessa dalla madre durante il parto o in utero poco prima del parto ed il rischio di contrarre la malattia è aumentato nei bambini nati dopo un prolungato travaglio e/o dopo che si è verificata una rottura delle membrane da oltre 18 ore. Sono però state descritte infezioni da streptococco beta emolitico di gruppo B anche da nati da parto cesareo con membrane visibilmente intatte: l'ipotesi è che si possa verificare una infezione ascendente a membrane integre o attraverso piccole soluzione di continuo, oppure che si possa produrre una batteriemia (in altre parole un passaggio dello streptococco nel sangue) materna con successiva infezione del feto attraverso la placenta.

Altro su: "Infezione da streptococco durante il parto"

La donna dopo il parto
Il brusco cambiamento avvenuto dopo il parto porta l'organismo ad una serie di complesse modificazioni.
Frattura della clavicola
La frattura della clavicola è la frattura più comune nei bambini e può capitare ai neonati durante il parto.
Ventosa "soft" per il parto
La ventosa "soft" riguarda il 5-10% delle nascite per via vaginale e rende il parto più sicuro e meno traumatico sia per la mamma che per il bambino.
Scegliere il punto nascita
Il parto è un evento delicato per la mamma e il bambino. In Italia le strutture abilitate ad assistere le mamme sono classificate in tre livelli.
Le fasi del parto
Il parto vero e proprio viene convenzionalmente suddiviso in tre fasi: il periodo espulsivo, la nascita, il secondamento.
Rischi del parto cesareo
Ho già subito un parto cesareo. Esistono dei rischi reali di cedimento della precedente ferita in caso di travaglio? I consigli del ginecologo.