Quando è pericolosa la varicella? La varicella per un bambino di sette mesi e mezzo è pericolosa? È consigliabile fare una terapia preventiva con… (N.d.R.: nome commerciale dell'Aciclovir), iniziando in nona giornata dal giorno del potenziale contagio?

Caro genitore, la varicella è una malattia veramente grave nel neonato (primi giorni di vita) e può rappresentare un pericolo anche nelle età successive a causa delle sue complicazioni. Le infezioni batteriche delle ossa e/o delle articolazioni ed i fenomeni infiammatori del sistema nervoso centrale (soprattutto del cervelletto che controlla l'equilibrio e la precisione dei nostri movimenti) rappresentano le complicazioni più importanti.

Uno studio statistico ha dimostrato che su 100.000 bambini che si ammalano di varicella, 8,5 presentano una delle complicazioni più importanti.

Quali sono i bambini che più facilmente corrono il rischio di presentare una malattia più grave o una complicazione importante? Ovviamente i bambini che hanno un carente sistema di difesa dalle infezioni (deficit immunitario), quelli che contraggono la varicella durante una grave malattia, quelli che sono in cura con alcuni farmaci e poi quelli di una certa età: i bambini di due o tre mesi e comunque quelli che ancora non hanno compiuto il loro primo compleanno, così come gli adolescenti, presentano generalmente una forma più importante di varicella e più facilmente vanno incontro a complicazioni.

Per rispondere alla sua seconda domanda devo solo confermare che la prevenzione della varicella attuata dando un farmaco antivirale (lo stesso che viene usato per la cura della malattia quando necessario) in nona giornata dal presunto contagio corrisponde ad una delle possibili strategie ritenute efficace in base ai dati disponibili in letteratura. La ringrazio della interessante domanda e le invio cordiali saluti.

Altro su: "La varicella in un bambino di sette mesi"

Atassia cerebellare dopo varicella
Sebbene raramente, la varicella può complicarsi a livello neurologico con meningoencefalite o atassia cerebellare.
Prevenire il contagio della varicella
Non esiste portatore sano di varicella: il contagio avviene per contatto diretto con le lesioni o per via aerea, anche due giorni prima dell'esantema.
Il vaccino anti-varicella
Il vaccino contro il Virus della Varicella-Zoster (VZV) è costituito da virus vivo attenuato e protegge contro la varicella.
Atassia cerebellare dopo vaccinazione antimorbillo-rosolia-parotite
Ha sofferto di una atassia cerebellare benigna post vaccino morbillo-rosolia-parotite.
Fuoco di Sant'Antonio
Il "fuoco di Sant'Antonio" (o "Zoster", in termini più tecnici) altro non è che una manifestazione a distanza della varicella.
Acyclovir per la varicella
Perché alcuni pediatri sono restii a somministrare l'acyclovir in caso di varicella? I consigli del Pediatra.