ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

i consigli dei nostri specialisti

Svezzamento in un bambino allergico

Quali suggerimenti per lo svezzamento di un bambino allergico? Mi sono stati vietati latte, uova, pesce e derivati. I consigli del Pediatra.

a cura di: Dott. Renato Sambugaro (allergologo pediatra)

Ho un bambino di quattro mesi e mezzo cui è stata diagnosticata una dermatite atopica associata ad una sospetta intolleranza alle proteine del latte vaccino. Questo sospetto ha spinto il pediatra, al mio rientro in ufficio, a integrare il latte materno con latte di soia. Dopo un periodo di rifiuto, il bambino ha iniziato a bere questo latte ma dando segni di malessere (rigurgiti, disordini intestinali, rallentamento della crescita). A che età è opportuno praticare i prick test e quali suggerimenti per lo svezzamento? Nel frattempo mi sono stati vietati latte, uova, pesce e derivati.

Il suo pediatra ha deciso di togliere dalla sua dieta gli alimenti più allergizzanti (uova, pesce) che, passando nel latte materno, sarebbero stati assunti dal bimbo e la stessa cosa vale per il latte e i suoi derivati, utilizzando il latte di soia.

Bisogna comunque tenere il bimbo sotto controllo, perché nel 30% circa dei casi di dermatite atopica si verifica reazione anche con la soia. In questo caso la scelta dovrà cadere su un latte idrolisato spinto (molti sono i nomi commerciali e il suo pediatra saprà consigliarla nella scelta). Per lo svezzamento introdurrei molto gradualmente gli alimenti dando la preferenza a quelli meno allergizzanti (tra le carni agnello, pollo, tacchino, coniglio; uovo e pesce dopo l'anno). Tra gli esami il prick test non è proponibile (il bimbo è troppo piccolo ), ma un piccolo prelievo consente, con la metodica Rast, la determinazione delle immunoglobuline E specifiche per gli alimenti responsabili del quadro clinico. Così facendo è possibile individuare quali alimenti suo figlio non tollera (controllerei anche la soia) ed escluderli dalla dieta.

3/7/2001

3/7/2001

I commenti dei lettori

Sono sinceramente un po' perplessa. Non sono un medico, ma il semplice "sospetto" di intolleranza alimentare, associato a DA (e non sappiamo se severa o meno) non dovrebbero costituire di per sé ragioni sufficienti per suggerire di interrompere l'allattamento esclusivo materno, per integrare con un latte (di formula?) a base di soia, in un bambino di soli 4 mesi. Solitamente questo avviene in casi molti gravi, e su suggerimento di un dermatologo pediatra e/o da un allergologo pediatra che abbiano esaminato il caso, e ne abbiamo valutato l'opportunità, sulla base delle loro competenze specifiche in quei campi. monica mimangiolallergia

monica mimangiolallergia 26/03/2012

Alla mia bambina di 4 mesi è stata riscontrata la dermatite atopica, lei assume latte artificiale da sempre e al momento sta già prendendo il latte idrolizzato (che è amarissimo) ma il mio pediatra le vuole fare il prick test x escludere l'intelloranza al lattosio.

annasophia (BA) 17/02/2013

salve ho un bimbo di 10 mesi è nato il 29/7/12 di 3490kg lo allatto al seno da subito ha manifestato dermatiti e coliche gassose quindi il pediatra mi ha consigliato di eliminare dalla mia alimentazione latte e derivati...ho provato diversi tipi di latte soia,capra asina e altri tipi di latti speciali ma non ne vuole sapere.Ho iniziato a 6 mesi lo svezzamento eliminando completamente i latticini ma continuo ad allattarlo.Cosa mi consigliate di fare vorrei smettere d'allattarlo..inoltre il bambino è 73cm e pesa 7,800kg è nella norma?

manuela (CT) 08/06/2013

Ciao a tutti sono a mamma d Edoardo un bimbo d sei mesi e mezzo... Lui fa da circa 4 mesi un idrolisato spinto ch s chiama" hipolac" ....gli e' stato dato in ospedale a due mesi e mezzo dopo aver avuto un importante emorragia gastrica, provocata secondo i medici,dopo aver eseguito una gastroscopia,da un allergia alle proteine del latte vacciino! Lui nn ha ancora iniziato lo svezzamento a causa d diverse intercorrenze speriamo d iniz iarlo appena s riprende del tutto, perche s e' stancat qst latte e' immangiabile!!! Spero tanto che iniziando lo svezzamento nn icominci a vomitare....e chiederei a qualuno se m spiegasse perche' tuttora mio figlio( una poppata si e una no) fa diarrea.... I medici escludono il lattosio.....sto impazzendo!

Claudia (CT) 13/06/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Svezzamento in un bambino allergico"

Alimenti allergizzanti
Nello svezzamento è opportuno iniziare con gli alimenti considerati generalmente meno allergizzanti.
Omogeneizzati o liofilizzati?
Omogeneizzati e liofilizzati hanno le stesse caratteristiche nutrizionali. Nelle prime fasi dello svezzamento vengono spesso preferiti i liofilizzati.
Uovo nello svezzamento
Riguardo all'uovo, occorre considerare le due parti che lo compongono e i modi che abbiamo a disposizione per cucinarlo e proporlo ai bambini.
Coliche e frutta fresca
Da quando ha introdotto la frutta e verdura gli sono aumentate le coliche gassose. I consigli del Pediatra.
Glutine: a che età?
L'età comunemente consigliata per l'introduzione del glutine nella dieta del lattante sono i 6 mesi.
Rifiuta lo svezzamento
Cosa devo fare dato che rifiuta lo svezzamento? Dovrò sforzarlo?
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Analisi preventive per una bambina di un anno
Gli esami andrebbero prescritti non per controllare se una bimbina sta bene, ma per cercare conferma a seguito di un sospetto clinico fondato e motivato.
Bambini, adolescenti e social network
I social network sono uno strumento per favorire lo scambio di informazioni e la conoscenza reciproca. E' necessario un attento controllo da parte dei genitori.
Ittero del neonato o ittero neonatale
Ittero neonatale (del neonato): l'eccesso di bilirubina ha varie cause e conseguenze anche gravi, per cui si cura con la fototerapia.
Fecondazione: come avviene
Ecco come avviene la fecondazione: in una "gara" fra spermatozoi per la fecondazione dell'ovulo l'inizio della vita.
La crescita del bambino
Il pediatra, per controllare se la crescita e lo sviluppo procedono regolarmente, confronta le misure del bambino con tabelle standardizzate.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa