ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Controllo del peso e della pressione in gravidanza

il peso va tenuto sotto controllo per non compromettere la propria salute e quella del bambino. La pressione arteriosa viene sempre misurata nel corso delle visite ostetriche.

a cura di: Dott.ssa Donatella Bresciani (ginecologa), Prof. Silvano Zaglio (specialista in ostetricia e ginecologia - andrologia)

Il peso e la pressione sono due parametri indispensabili per valutare lo stato di salute della futura mamma e del bambino e dunque vengono contorllati durante ogni  visita ostetrica.

Durante la gravidanza, il peso va tenuto sotto controllo per non compromettere la propria salute e quella del bambino. Infatti  un peso eccessivo rende più probabili le complicazioni della gravidanza e del parto: è considerato ideale un aumento di peso di 10 chili in modo graduale. Fino al quarto mese, il peso cresce  per l’accumulo di liquidi e grasso nei tessuti materni. Se in questo periodo si riesce a ingrassare poco è meglio. Solo dal quinto mese in poi l’aumento maggiore è dato dall’utero, dalla placenta, dal liquido e dal feto.
Se si era sovrappeso prima di iniziare la gravidanza può avvenire che il medico prescriva una dieta o che richieda  qualche attenzione in più se alla verifica mensile è risultato un aumento eccessivo.

La pressione arteriosa viene sempre misurata nel corso delle visite ostetriche. Se non si è già ipertese prima della gravidanza  e se non esiste una predisposizione familiare all’ipertensione, questi controlli sono sufficienti. Verso la fine della gravidanza, può capitare che il medico consigli di farsi misurare la pressione una volta in più: basterà andare dal medico curante o in farmacia, ricordando che la pressione va misurata senza fretta, quando si è calme e riposate, altrimenti l’agitazione stessa falserà i risultati.

10/12/2009

19/10/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Controllo del peso e della pressione in gravidanza"

Pressione bassa nel bambino
Mio figlio di 10 anni soffre di pressione bassa. Da che cosa può dipendere? Se l'alimentazione è varia, non sono necessari gli integratori.
I percentili di crescita nei bambini
I percentili esprimono la posizione percentuale di una misurazione rispetto alla popolazione di riferimento.
Controlla le misure di tuo figlio
Valutare le misure di un bambino significa essenzialmente confrontarle con i valori di un gruppo di riferimento.
Ipertensione arteriosa
L'ipertensione arteriosa può verificarsi anche nei bambini e negli adolescenti.
Sottopeso
Mia figlia di 15 mesi mangia regolarmente, è una bambina molto attiva, ma è sottopeso. La pediatra dice che l'importante che stia bene.
Aumento di peso in gravidanza
L'aumento di peso nell'arco dell'intera gravidanza normalmente si aggira tra i 7 e i 14 kg complessivi.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Certificato di nascita e altri documenti dopo il parto
Appena nato e già alle prese con la burocrazia: certificato di nascita e altri documenti dopo il parto.
Microftalmo: serve un'ecografia per indagare l'occhio
Microftalmo: potrebbe avere un occhio più piccolo.
Stitichezza nel neonato
La stitichezza del neonato non dipende dalla frequenza, quanto piuttosto dallo sforzo ad evacuare, causato dalla eccessiva compattezza delle feci.
È rischioso dormire a pancia in su?
Le raccomandazioni di dormire a pancia in su valgono per il bambino fino ai 6 mesi di età.
Sindrome di Beckwith-Wiedemann
E' stata diagnosticata a mio figlio la sindrome di Beckwith-Wiedemann. Le cause.

Quiz della settimana

Parliamo di "pelle a grattugia". Quali di queste affermazioni è corretta?
È più frequente nei pazienti con predisposizione allergica
Richiede l'applicazione di creme idratanti
Compare più frequentemente sul viso e agli arti
Tutte le risposte sono esatte