ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Dorme nel lettone con i genitori

A tre anni e mezzo dorme nel lettone con noi genitori. E' un'abitudine sbagliata? Si possono intravedere futuri problemi di natura psicologica? Come convincerlo a tornare nella sua cameretta.

a cura di: Dott.ssa Tiziana Candusso (pediatra)

Siamo una coppia di genitori con un figlio di tre anni e due mesi. La nostra domanda, che è anche frutto di numerose discussioni tra di noi, è questa: nostro figlio ormai da troppo tempo non ne vuole saper di dormire nel suo lettino. Abbiamo tentato con tutte le tecniche possibili: il suo lettino nella nostra camera, giochiamo nel suo lettino fino a tarda ora, lo addormentiamo nel nostro letto e lo trasferiamo nel suo, ma dopo poche ore pianti continui. E' pensabile che un giorno riusciremo a convincerlo a tornare nel suo letto? Si possono intravedere futuri problemi di natura psicologica?

Nella prima infanzia i periodi di sonno durano circa 4 - 5 ore, per arrivare a 8 - 10 ore verso i 2 anni. Al di sotto dei quattro anni il 20 - 30% dei bambini ha disturbi del sonno: è normale che i bambini non vogliano andare a dormire, poiché il sonno è una esperienza di separazione dagli affetti e dalla realtà. Se il genitore è irremovibile, il problema sarà transitorio; al contrario succede se il bambino viene portato nel letto con i genitori.

Un consiglio appropriato, se i genitori si sentono preparati ad affrontarlo (poiché è difficile da sopportare psicologicamente), è lasciare che il bambino gridi o pianga per periodi di tempo controllati: cinque minuti, poi dieci, e così via, ponendo un ordine (ad esempio, il semplice: "Dormi!") con voce sicura e calma.

Se tale approccio non è fattibile, il genitore dovrebbe sedersi tranquillamente su una sedia vicino al lettino o cullare il bambino finché non è addormentato. Altri consigli sono:

  • evitare giochi stimolanti prima di andare a dormire;
  • non permettere le visione della televisione (quanto meno alla sera);
  • aiutare il bambino a trovare un oggetto transizionale: qualcosa da tenere vicino nei momenti di stress, come un animale di stoffa, un fazzoletto o il magico ciuccio (che però a tre anni compiuti andrebbe già tolto);
  • leggere una storia o cantare una ninna-nanna;
  • non farlo mangiare appena prima di addormentarsi;
  • usare una lampada notturna;
  • interrompere l'abitudine di far dormire il bambino con i genitori;
  • aiutare ad interrompere lo stato d'ansia di separazione che si è creato sia nel bimbo che nei genitori considerando anche le tensioni familiari.

Nei casi più difficili si può tenere una tabella-diario del sonno da sottoporre al pediatra, nella quale annotare come il bambino si prepara ad andare a letto, come si mette a letto, quali "riti" o abitudini consolatorie si mettono in atto, quanti risvegli ha durante la notte, quante ore dorme di seguito, se fa il pisolino pomeridiano, quali interventi si adoperano durante la notte (se l'atteggiamento "duro" o l'atteggiamento "consolatorio).

Evitare sin da piccoli l'abitudine di dormire nel lettone significa contribuire a formare una personalità più sicura e non dipendente dalle situazioni ansiogene legate alla paura di perdita e separazione.

1/1/1997

16/8/2015

I commenti dei lettori

mio figlio ha 5 anni si tocca sempre il pisellino, come dobbiamo fare?

rosa maria (RC) 25/11/2010

Cara Rosa Maria, l'articolo che risponde alla tua domanda è questo:

http://www.mammaepapa.it/psicologia/p.asp?nfile=si_tocca_il_pisellino

Lo staff di mammaepapa.it 25/11/2010

il mio bambino ha 2 anni 5 mesi...verso 1anno ha incominciato a dormire da solo nella sua cameretta poi dopo l'arrivo del fratellino praticamente da 7 mesi non vuole piu' dormire in camera sua e tanto meno nella sua culla,pretende di dormire nel mio letto...non so' proprio come fare.Vi prego datemi un consiglio...grazie anticipato

consuela (SA) 19/05/2011

ciao io ho una bimba di sette anni che di notte si sveglia con degli incubi e se non viene nel lettone non dorme ..io e mio marito siamo stanchi e abbiamo deciso di provare altra alternativa in vacanza speriamo in bene...

paola (RE) 25/07/2011

Ilaria ha 2 anni e 8 mesi. Ha sempre dormito con noi, ma ora vorrei che dormisse nel suo lettino. Piange e strilla, non ne vuole sentire e io ho i sensi di colpa perchè non vorrei pensasse che la voglio abbandonare. Per consolarla mi sono sdraiata affianco a lei, ma forse ho sbagliato ancora perchè ora mi vuole sempre vicina. Laura

Laura (VS) 01/08/2011

Ciao sono Ginevra ed ho un bimbo di 3 anni. Questa sera per la prima volta l'ho messo nel lettino in cameretta sua. Mi sento un pò giù perchè è bello averlo in camera da letto però è sicuramente per il suo bene, deve crescere sicuro e da ciò che ho letto ad una certa età non fa più bene stare in camera con mamma e papà. Ci ho messo 3 ORE per addormentarlo! però alla fine ci sono riuscita e mi sento soddisfatta soprattutto perchè lo sto facendo per il suo bene!! ah ho lasciato una luce e poi lascio illuminato anche il corridoio nel caso si svegliasse...

ginevra (RM) 28/08/2011

mia figlia ha 11 anni e con lei in qualche modo sono riuscita ad abituarla a dormire nella sua camera da quando aveva 3-4 anni...mio figlio invece ha 6 anni e nn sono riuscita ancora ad abituarlo,ogni volta che ci provo finisce con pianto e vomito,adesso il problema è che mia figlia fa storie perchè è gelosa perchè il fratello è con noi e lei no...ma sarà forse pure per il fatto che ha capito la nostra crisi e che stiamo pensando di separarci...

marcella (CS) 08/01/2012

mio figlio di 15 mesi dorme con noi nel lettone di dormire nel suo lettino non ne vuol sapere ma la nostra casa e piccola e il suo lettino e nella nostra camera spero che quando a luglio ci trasferiremo nella casa nuova che abbiamo comprato impari a dormire tranquillo nella sua cameretta adesso avendoci a portata di mano e impossibile applicare i vari metodi letti e riletti nei vari libri abbiamo provato ma e stato inutile se qualcuno si e trovato in una situazione simile e sa darmi consigli utili sono ben accetti ps mio figlio riesce a piangere per ore grazie rosi

rosa (CO) 19/02/2012

salve,io ho un bimbo di 22 mesi...e lui sin dalla nascita dorme le prime ore,che possono essere 2 o 3 e nel lettino e poi si sveglia e vuol venire nel lettone!! ornella

ornella (FI) 07/03/2012

Mio figlio ha 8 anni e dorme ancora nel lettone, mia figlia ne ha 4 e già dall'inizio senza fare storie ha sempre dormito nel suo lettino senza alcun problema. Ora con il figlio di 8 anni abbiamo provato molte volte ad abituarlo a dormire nel suo letto, oltretutto vicino alla sorella, ma non ci siamo riusciti, neppure usando una lampadina per la notte, ecc... se si sveglia alla notte e si trova senza un genitore vicino ha il terrore, non c'è verso di farlo dormire ... non sappiamo come fare per risolvere il problema. Grazie, Flavio.

Flavio (VI) 21/03/2012

Ciao, io e mio fratello da bambini andavamo la notte come dei gattini nel lettone, e fino a 5 anni ... non abbiamo nessuno dei 2 alcun problema psicologico, nè abbiamo avuto problemi di inserimento sociale, nè di insicurezza. Anzi, sapere che se avevamo paura c'era un posto sicuro e pieno d'affetto dove dormire ci ha dato tanta felicità ed un bel ricordo dell'infanzia, sia a noi che ai nostri genitori! Il metodo della costrizione secondo me quello si puo' causare danni gravi! non sono d'accordo con quanto scritto dal pediatra mi spiace e mai lo faro' con la seconda figlia... ben venga il lettone.

enrico (GE) 29/06/2012

inutile lamentarsi di un'abitudine che avete insegnato voi...i bimbi quando nascono non sanno cos'e il "lettone" ma molto probabilmente al tempo ha fatto piu' comodo portarseli a letto che ressicurarli nel proprio  di letto... e dico anche care mamme poveri mariti...e poi ci si lamente dei "corni"...ah premetto io sono sposata e ho un figlio...  

katy (PD) 02/07/2012

Nostro figlio di 4 anni (adottivo) è con noi da ormai 2 anni, ma non riusciamo a farlo dormire nella sua camera, abbiamo provato in vari modi senza risultati, scatenando in lui vere e proprie crisi di separazione/abbandono con evidenti manifestazioni di angoscia, sicuramente questa è la sua paura ne siamo coscienti, ma in che modo possiamo comportarci senza crerae in lui queste crisi, è giusto a tutti a costi farlo dormire da solo o è meglio aspettare i suoi tempi e sicurezze?

franco (MO) 12/02/2013

mi riferisco a FRANCO: non preoccuparti di mandarlo nel suo lettone, coccolalo più che puoi ne ha bisogno, ci sono tempi e tempi per abituare i propri figli nelle loro camerette, arriverà il giorno che se ne andranno da soli!poi per quanto rigurda la signora KATY, SIGNORA CARA, NON ESISTE SOLO LA NOTTE PER FARSI LE COCCOLE COL MARITO! poi se vogliamo giustificare le idiozie dell'uomo o della donna con queste banalità...faccia lei! katia

katia (LE) 21/02/2013

Vorrei confermare la preoccupazione di questi genitori... Anche noi abbiamo 3 bambini, la piu' grande di quasi 8 anni non vole dormire da sola. Siamo costretti a dormire con lei nel suo lettino o portarla nel lettone. Alcuni giorni ha crisi di panico, piange, suda, si scusa con noi perche' sa che crea "disturbo" agli altri e sveglia i piccolini. Alcune volte ci arrabbiamo e la obblighiamo a dormire nonostante i pianti...Qual è la cosa da fare?

monica (NU) 14/08/2013

Il bambino non cerca il lettone! cerca il calore umano di suoi, perché doviamo portalo via da solo a 3, 4 o 5 anni? La mia bambina dorme con noi ancora a 4 anni e noi godemo della nostra cucciola, il primo é andato da solo al suo lettino a 4 anni perchè voleva il suo spazio...un giorno andaranno lontani da noi e allora così non ci lamenteremo per piangere, gli umani dobbiamo imparare degli animali!

G. (TN) 31/10/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Dorme nel lettone con i genitori"

Attaccamento alla mamma e rifiuto dell'estraneo
Ha un forte attaccamento alla mamma. La mamma deve mediare le risposte emotive del suo bambino e ampliarne le esperienze verso l'esterno.
Sonnambulismo nei bambini
Le cause del sonnambulismo in un bambino. Come comportarsi con un bambino sonnambulo.
Ore di sonno di un neonato
L'orario del sonno in un neonato normalmente è regolare, ma può succedere che decida di prolungare il sonno.
Fatica a prendere sonno
Anche dopo una giornata stancante, la sera fatica a prendere sonno e di conseguenza si agita.
Insonnia in gravidanza
Dal quinto mese di gravidanza in poi un po' di insonnia è normale. Che fare? I consigli dell'esperto.
SIDS: morte improvvisa del lattante
La SIDS (morte improvvisa del lattante) è una tragedia per tutta la famiglia. Le cause.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Aumento di peso in gravidanza
L'aumento di peso nell'arco dell'intera gravidanza normalmente si aggira tra i 7 e i 14 kg complessivi.
Calo di peso nel neonato
Il calo di peso è normale nei primi giorni di vita del neonato. Si considera normale che un neonato a termine recuperi il peso della nascita entro 8-10 giorni.
Servono le lenti progressive nella miopia?
Non esiste nessuna evidenza scientifica che la lente Varifocale o progressiva sia utile nella gestione della miopia.
Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Beclometasone dipropionato
Il principio farmacologico denominato beclometasone dipropionato appartiene alla classe dei farmaci corticosteroidi topici per uso inalatorio.

Quiz della settimana

Che cosa e' il meconio?
Una secrezione densa emessa dalla bocca del neonato al momento della nascita
Una sostanza emessa dall'intestino del neonato
Una sostanza vischiosa proveniente dal naso del neonato
Nessuna delle risposte corretta