ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Leucociti nelle urine

I leucociti nelle urine significano quasi sempre infezione delle vie urinarie o genitale. I leucociti sono i globuli bianchi, cellule coinvolte nella difesa dalle infezioni.

a cura di: Dott. Ezio Sartori (pediatra)

Ho una bambina di sette mesi sottoposta per quattro volte ad esame delle urine ed urinocoltura. L'urinocoltura è risultata negativa ma compaiono leucociti in quantità di 10, 15 o 20-30 per campo. Quali possono essere le cause? La pediatra mi ha consigliato di sottoporre mia figlia ad un visita nefrologica. Una non corretta raccolta delle urine può falsare i dati finali?

La sua domanda riguarda il problema frequente dell'interpretazione di un esame diagnostico. In questo caso, però, ci troviamo in una situazione artificiale: abbiamo isolato la risposta dell'esame dal suo contesto.

Non siamo a conoscenza, infatti, della situazione reale di sua figlia: quali sono le sue condizioni di salute, se ha sofferto di malattie precedenti, se ha eseguito altri accertamenti, perché ha fatto l'esame delle urine e quando (prendeva dei medicinali, aveva la febbre ecc.), e l'elenco potrebbe essere molto più lungo.

Io penso che solo la sua pediatra curante le potrà dare la spiegazione più attendibile delle alterazioni riscontrate, eventualmente anche dopo la consultazione specialistica che ha richiesto. Proverò comunque a darle una risposta entro questi limiti, cercando di fornirle delle informazioni che potranno aiutarla a comprendere meglio il problema.

leucociti globuli bianchiI leucociti sono i globuli bianchi, cellule presenti nel sangue e in molti tessuti che svolgono la funzione principale di difenderci dalle infezioni. Il pus dei foruncoli o delle ferite infette è ricchissimo di leucociti. Trovare dei leucociti in alcuni liquidi corporei è spesso sinonimo di infezione.

Come sono prodotte le urine? Il rene funziona sostanzialmente come un filtro che separa le scorie prodotte dall'organismo e le elimina all'esterno (in realtà la funzione è molto complessa, prevede attività di filtrazione, riassorbimento e secrezione di varie sostanze). L'urina, una volta prodotta, è convogliata da una specie di imbuto (la pelvi renale) verso gli ureteri (un tubicino per ogni rene), ed arriva nella vescica; da qui, ad intervalli irregolari, è emessa all'esterno passando attraverso l'uretra, il cui sbocco è a livello dei genitali esterni.

Come vede l'urina fa un lungo percorso durante il quale può incontrare numerosi ostacoli (malattie) in grado di modificarne la composizione. Se il filtro funziona male troveremo globuli bianchi, ma anche globuli rossi e proteine, se c'è un'infezione troveremo globuli bianchi e batteri, talora anche globuli rossi (se però l'infezione è dovuta ad un virus non vedremo i batteri) e ancora, se all'uscita (genitali esterni) ci sono secrezioni per infezione o grattamento l'urina, passando, si arricchirà di elementi (globuli rossi e/o bianchi) prima assenti.

Ci possono essere quindi malattie o "situazioni" che causano alterazioni dell'esame delle urine. Anche i farmaci possono modificare l'aspetto delle urine (colore, odore) o falsare il risultato dell'esame; ad esempio nel caso di un'infezione urinaria, se mandiamo un campione di urine in laboratorio poco dopo l'inizio di una terapia antibiotica, potremo trovarci nella situazione di vedere i leucociti nell'esame delle urine, mentre l'urinocoltura è già sterile.

Come si preleva un campione di urine in un bambino? Nell'area famiglie di Pediatria On Line può trovare la scheda dettagliata delle istruzioni. Affronto quest'argomento perché una bambina di sette mesi che ha eseguito per quattro volte consecutive un'urinocoltura (rispettando tutte le regole potrebbe aver messo il sacchetto per la raccolta anche più di quattro volte) può facilmente presentare un'irritazione dei genitali esterni per l'azione combinata dei ripetuti lavaggi e delle sostanze adesive del sacchetto stesso, e le secrezioni più o meno evidenti di queste lesioni possono alterare il risultato dell'esame.

Quali sono le cause di leucocituria sterile? Arriviamo finalmente alla sua specifica domanda. Vi sono delle malattie o delle situazioni nelle quali si dimostra la presenza di leucociti nelle urine (leucocituria) ma la coltura (esame di laboratorio che permette di far crescere gli eventuali batteri presenti nelle urine, identificarli e contarli) non evidenzia la presenza di alcun germe (è sterile).

Nella maggioranza dei casi si tratta di situazioni banali: abbiamo già visto come la presenza di un'irritazione dei genitali (scarsa pulizia, lesioni da eccessivo uso di detergenti aggressivi o emissione di feci particolarmente acide ed irritanti) o una recente terapia antibiotica (eseguita anche per altri motivi) possono determinare questa situazione.

Più di rado l'urinocoltura sarà sterile se l'infezione delle vie urinarie è dovuta a germi particolari (batteri che hanno necessità di specifiche situazioni ambientali per crescere in laboratorio e quindi non sono individuati dalle abituali tecniche di coltivazione) o virus.

Alcune malattie infettive in altre sedi (infezioni respiratorie, appendicite, polmonite, diarrea con disidratazione) possono causare leucocituria, ma in questi casi saranno evidenti i segni clinici della malattia principale. Lo stesso ragionamento va fatto per altre cause più rare: intossicazione da vitamina D, calcolosi urinaria, tubercolosi, tutte malattie che, oltre che essere di eccezionale riscontro all'età di sua figlia, si accompagnano ad una serie di segni e sintomi che certo non possono sfuggire ad un'attenta visita pediatrica e ad alcuni semplici esami diagnostici.

Per ultima vi è l'ipotesi di un errore di laboratorio, sempre possibile, compreso lo scambio di provette o l'erronea attribuzione di una risposta. Anche queste sono eventualità eccezionali, che bisogna lo stesso tenere presenti anche se nel suo caso la ripetizione per quattro volte dell'esame dovrebbe escludere questa possibilità. Spero che queste informazioni possano aiutarla nei colloqui con la sua pediatra e con lo specialista.

La prego di scriverci di nuovo se alcuni aspetti non sono stati chiari o se ha necessità di altro informazioni.

9/4/2001

4/8/2013

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!

I commenti dei lettori

o una banbina di 4 anni e da un anno che a riccorenti cistite con batterio e.c o fatto la cistografia senza riscontrae nulla adesso sono in terapia con acidif mini da 3 mesi e profilassi antibiotica con bachitrim x 3 mesi nitriti sempre presenti adesso anche i leucociti il mese scorso a 238 il secondo mese a 704 sono veramente preoccupata fa uso pure di movicol bustine perchè e stitica il professore di urologia pediatrica di roma mi dice di non preoccuparmi che sono solo riccorenti cistiti e piano piano vanno a scomparire cosigliatemi anghe una buona copertura antibiotica dato che devo fare la profilassi x 3 mesi distinti saluti attendo una vostra risposta grazie..

mara (CS) 26/01/2011

ho una bambina di due mesi con i leucociti alti cosa significa?

MARIA STELLA SPINELLI (FI) 07/02/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Leucociti nelle urine"

Valori normali dei globuli bianchi
I valori dei globuli bianchi in un bambino di nove mesi si pongono solitamente tra i 6.000 ai 17.000/mmc (con valori medi di 11.500).
Il vasino
Uno dei passaggi più difficili per un bambino è quello dal pannolone al vasino. I consigli del Pediatra.
Ematuria famigliare benigna
Le hanno diagnosticato l'ematuria famigliare benigna ma non è necessario seguire alcuna dieta particolare e la prognosi è ottima.
Sangue nelle urine
La presenza di sangue nelle urine va sempre accertata ed eventualmente approfondita.
Urinocoltura positiva
Sono necessari altri esami diagnostici
Zucchero nelle urine
Con il termine di glicosuria si intende la presenza di zucchero nelle urine.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Lo sviluppo della vista nel neonato
Le tappe dello sviluppo della vista nel neonato e nel primo anno di vita.
Nausea e vomito in gravidanza
La nausea accompagnata da conati di vomito o, più raramente, da vomito vero e proprio, è spesso il primo segno della gravidanza.
Tarda a parlare e camminare
Ogni bimbo ha i suoi tempi per iniziare a parlare e camminare, ma esistono dei limiti entro i quali il bimbo deve aver raggiunto una discreta autonomia.
Convulsioni febbrili
Le convulsioni febbrili sono crisi convulsive che si manifestano mentre il bambino ha la febbre. A che cosa sono dovute e quanto c'è da preoccuparsi.
Cure per la miopia nei bambini
La terapia più indicata per curare la miopia nei bambini piccoli. I consigli dell'oculista.

Quiz della settimana

Che cosa è l'ambliopia?
Una particolare forma di zoppia
Il mancato o diminuito sviluppo della capacità visiva da uno o entrambi gli occhi
Una rara forma di strabismo che interessa alternativamente i due occhi
La difficoltà a vedere gli oggetti da lontano