ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Far vedere la televisione a un bambino piccolo

E' preferibile far vedere una TV per bambini adatta al suo livello di sviluppo, con orari ben scanditi, in compagnia di un adulto. Ciò lo aiuterà moltissimo ad inserirsi nel mondo infantile.

a cura di: Dott. Massimo Sidoti (psicopedagogista della redazione di www.exducere.com)

Sono piuttosto contraria alla TV per i bambini e, anche complice il caldo, l'estate e il fatto che disponiamo di un bel giardino, posso dire che mio figlio di quasi 20 mesi non abbia praticamente mai visto la televisione. Va bene così oppure, a questo punto, un po' di programmi/cartoni animati adatti possono essere vantaggiosi, soprattutto dal punto di vista dell'apprendimento e del linguaggio (capisce tutto, usa circa 10-15 parole, ma non "parla" nel vero senso della parola, anche se sa farsi capire assai bene)?

Le preoccupazioni degli adulti risultano qualche volta false e ingiuste. Se non riusciamo a stare tranquilli quando i nostri figli guardano la TV, tocca a noi cambiare sistema. Se non diamo la possibilità di conoscere il mondo saremo noi stessi egoisticamente a metterli in difficoltà. Naturalmente, non può essere un impresa facile per noi riuscire ad avere un idea precisa di come un bambino piccolo veda il mondo, perché il suo modo di vedere le cose è diverso dal nostro.

Dobbiamo tentare di penetrare in questo mondo, se vogliamo sapere come comportarci con loro. Un grosso errore è quello di pensare che il bambino non ha bisogno d'altro. I bambini avvertono desideri immensi. È proprio attraverso questi desideri ed esperienze che la mente del bambino si sviluppa.

Il processo della conoscenza si avvia attraverso la conoscenza di preferenze, paure e moti di collera, amore e odio che lo porteranno ad un continuo cambiamento. Perciò è fondamentale che un genitore intelligente rompa con il sistema tradizionale delle regole. La preoccupazione che il bambino sia troppo piccolo per vedere la TV può produrre effetti controproducenti.

Chiaramente è preferibile far vedere una TV per bambini adatta al suo livello di sviluppo, con orari ben scanditi, in compagnia di un adulto. Ciò lo aiuterà moltissimo ad inserirsi nel mondo infantile anche con la partecipazione della televisione.

30/9/2002

10/4/2017

I commenti dei lettori

Sono d'accordo con quanto espresso dal Dott. Sidoti. Un po' di buoni programmi educativi non possono fare altro che bene ai bambini. L'importante è non esagerare!

Marica (AN) 12/11/2010

Condivido con Dott.Sidoti,e un ora al giorno facio guardare qualche film per i bimbi al mio figlio. camelia

camelia (VR) 15/11/2010

Sono d'accordo anch'io.

Inizialmente non ero molto convinta, ma ho iniziato verso i 9 mesi a mostrare DVD pensati per i bimbi piccoli (Baby Einstein) in cui non c'è il parlato, ma un sottofondo di musiche classiche riorchestrate e si vedono pupazzi di animali, giocattoli e bimbi intervallati al tema del DVD (animali intorno a noi, animali selvaggi, pianeti, forme...). Inizialmente gli interessava poco, ma verso i 12 mesi è stato sempre più catturato dalle belle immagini ed ora che ha 20 mesi mi chiede di vederli spesso. Molto graditi anche alcuni cartoni animati di RAI Yoyo, un canale pensato proprio per bimbi piccoli e piccolissimi.

Quando Alessandro guarda DVD e cartoni animati per un po' è molto preso, ma dopo circa 20 minuti si alza dalla sua poltroncina e si mette a giocare con altro: non è di sicuro un bimbo teledipendente!

Guardare insieme i cartoni animati ci permette di osservare diverse situazioni ed emozioni, di spiegarle e commentarle, soprattutto in questo periodo di freddo in cui non si esce molto di casa.

Roberta (BS) 03/01/2011

Il mio bimbo ha quasi 20 mesi e sto provando da tanto a fargli vedere dei cartoni in tv, tipo teletubbies o quelli dei canali dedicati del digitale terrestre,ma non prova nessun tipo d'interesse. A piacergli davvero ( solo se glieli propongo io, comunque non me li chiede) sono i cartoni tratti dalle canzoni dello zecchino d'oro o tipo "ci vuole un fiore" che si trovano su You tube, ma noto che se glieli faccio vedere (per non più di mezz'ora e insieme a me), dopo la sera è molto irrequieto. Si vede che non è ancora interessato( evidentemente alcuni bambini ci arrivano dopo, ma bisogna anche dire che noi adulti in casa la guardiamo pochissimo), gli piace molto di più uscire  e camminare fino al parchetto, o guardare fuori dalla finestra le auto in braccio a me (e riconosce infallibilmente i modelli di quella mia e di mio marito!). Quando  sarà pronto per la tv non glielo  impedirò di certo, l'importante è non lasciarli soli, come dice l'esperto.

Lalla (RA) 16/05/2011

io alla mia piccola di 11mesi faccio vedere baby tv su sky xche ci sono molte belle canzoncine e bei cartoni animati x piccolini e lei si diverte tantissimo a guardarli io vedo,quindi mi chiedo se gli possa far male?mi auguro di no,ciao.

gessica (VA) 05/03/2012

Salve a tutti, io (serenamente) ho messo l'unica tv di casa in cucina, e per i film abbiamo un proiettore regalatoci per il matrimonio, che usiamo per vedere cose selezionate, tutti insieme. Praticamente nostra figlia non sa cosa sia la tv, è abituata a giocare. Non credo che la mancata tv di questi mesi peserà sulla sua capacità di socializzare, perché già ora, che ha 19 mesi, ha un vocabolario vastissimo per la sua età ed è curiosa quando avvicina bambini e persone adulte nuove; secondo me la cosa importante è che i piccoli siano stimolati in maniera intelligente e portati serenamente all'interazione; preferisco aspettare, per i cartoni, anche se so che ne esistono di ben fatti tipo questo Baby Einstein, ma più in là! Roberta

roberta (RM) 29/05/2012

salve a tutti,siamo genitori di un bambino di 7 anni,al quale la tv piace talmente tanto che a volte e spesso si immedesima in ciò che vede,ripetendo anche a tv spenta ciò che lo ha interessato guardandola.Abbiamo dovuto porre forzatamente un limite soprattutto nel tempo concessogli di vederla (durante i pasti categoricamente spenta!) e ci chiediamo se tale regola imposta come conseguenza sia o no un giusto rimedio.Nel caso non sia il metodo adatto,qual'è l'alternativa propositiva e di aiuto che ci può essere suggerita di adottare? Antonio Anna

antonio (FI) 22/11/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Far vedere la televisione a un bambino piccolo"

Imparare una seconda lingua
Vorrei affiancare a mia figlia una baby-sitter inglese per alcune ore al giorno per farle imparare una seconda lingua.
Pronuncia solo le prime due lettere di molte parole
E' normale che un bambino di due anni pronunci solo le prime due lettere di molte parole. I consigli per aiutarlo a risolvere questa situazione.
Apprendimento precoce
Fino ai sei anni i bambini hanno enormi potenzialità di apprendimento precoce e una insaziabile sete di conoscenza.
Il bambino e la televisione
Il bambino e la televisione: un decalogo per un uso corretto della televisione.
Sviluppo del linguaggio
Un bambino ha problemi di linguaggio quando per una qualunque causa presenti un ritardo significativo nella espressione e/o comprensione linguistica.
Pronuncia male la S
Normalmente la terapia logopedica inizia a quattro anni. Importante è valutare che non ci sia la persistenza della deglutizione infantile.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: mastite e ingorgo mammario
L'ingorgo mammario può predisporre a mastite (infezione della mammella) con comparsa di febbre anche elevata.
Quali cure per la toxoplasmosi in gravidanza?
Le cure antibiotiche per la toxoplasmosi in gravidanza servono ad evitare complicazioni per il feto e il neonato.
Uso dell'occlusore per correggere l'occhio pigro
Prima il trattamento viene iniziato, più rapidamente si recupera l'ambliopia - occhio pigro.
Ferro al neonato
Nel neonato il fabbisogno di ferro è assai elevato a causa della sua rapida crescita in statura e in peso.
Quali rimedi per il mal di mare?
Viaggio in nave: i rimedi da adottare per una bambina che soffre di mal di mare.

Quiz della settimana

Che cosa significa la parola astenia?
Essere privo di forza
Altezza al di sotto della media
Carenza di vitamine
Sonnolenza