ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Ci siamo separati da pochi mesi e la nostra bambina soffre il distacco

Nostra figlia soffre il distacco per la nostra separazione. Come possiamo farle accettare la nostra situazione senza troppi traumi? I consigli della psicologa.

a cura di: Dott.ssa Federica Benerecetti (psicopedagogista della redazione di www.educare.it)

Sono un papà separato di fatto da pochi mesi. Essendo in pieno accordo con mia moglie, vedo la bimba di 28 mesi, almeno tre volte alla settimana, dalle 14.00 sino alle 20.00/21.30. Due volte la settimana la bimba dorme a casa mia e sin dall'inizio non ha mai avuto problemi di adattamento. Ora, quando è malata, io vado a casa di sua madre a trovarla e stare un po' con lei per giocare, però quando è l'ora di andarmene inizia a piangere chiedendomi di non lasciarla e accarezzandomi mi abbraccia teneramente. Soffre il distacco. Ora vorrei sapere se andare a trovarla a casa di sua madre, dove la bimba ha vissuto sin dalla nascita, diventa più nocivo per la sua tranquillità in quanto vive il distacco in modo più drammatico. Che cosa mi conviene fare? Magari sentirla solo per telefono?

Gentile papà, innanzitutto mi congratulo con lei, nonché con la sua ex moglie, per il modo molto civile con cui state conducendo la vostra separazione. Questo gioverà sicuramente alla vostra bambina, nonostante il normale iter di sofferenza che la crisi familiare provocherà in lei. Si tratta di un momento molto delicato per l'intero nucleo familiare, dal momento che l'allontanamento del padre dalla casa coniugale, soprattutto per una bimba di 28 mesi, può rappresentare un vero e proprio trauma.

Nei bambini piccoli esiste sempre la fantasia di essere abbandonati da uno dei due punti di riferimento primordiali, rappresentati appunto dalla mamma e dal papà. La letteratura di carattere psicoanalitico ha messo bene in evidenza questa paura inconscia di essere abbandonati... esiste in tutti i bambini, e la separazione normalmente agisce da agente catalizzatore di questo timore, che può essere vissuto dai bambini, ripeto soprattutto se molto piccoli, sotto forma di vera e propria angoscia.

Nel caso della sua bimba, questa si manifesta in pianti, suppliche di non lasciarla ed in un esagerato bisogno di coccole e carezze. In generale l'opinione degli esperti è quella di cercare di fare di tutto per mantenere il più possibile le abitudini che i bambini avevano prima della separazione dei loro genitori: per questo motivo le sentenze dei giudici tendono a mantenere la residenza della prole nella casa coniugale, perché questo rappresenta per loro un ancoraggio alla situazione di stabilità e sicurezza precedente la crisi.

Io non credo che la sofferenza e la paura della sua bambina dipendano dal luogo in cui avvengono i vostri incontri. Anzi, il fatto che lei la vada a trovare nella casa che un tempo condividevate potrebbe anche rappresentare un beneficio. Il fatto è che sua figlia ha bisogno di abituarsi alla nuova situazione, e questo richiede tempo.

Lei e sua moglie dovreste rassicurarla più del solito, assicurarle il vostro amore, senza tuttavia stimolare nella sua fantasia illusioni di riconciliazione, molto frequenti nei bambini piccoli. Parlatele con chiarezza, per quanto è possibile, facendole capire che la vostra vita è di fronte ad un cambiamento, che i cambiamenti sono normali, che fanno parte della vita, cercate di focalizzare la sua attenzione sui lati positivi del nuovo equilibrio che si verrà a creare.

Fatele capire che ogni vostro incontro sarà seguito da tanti altri, e progressivamente cerchi di condividere con sua figlia anche la sua nuova abitazione. L'importante per sua figlia è essere rassicurata sul fatto che la separazione per lei non significa aver perso suo padre. Le faccio i miei più calorosi auguri.

2/12/2002

22/11/2015

I commenti dei lettori

CIAO STO VIVENDO UN GRANDE AMORE CON UN UOMO CHE HA UNA BIMBA CHE HA PROBLEMI DI LINGUAGGIO. HA 3 ANNI E MEZZO E NN DICE NEMMENO UNA PAROLA . STA FACENDO UNA TERAPIA DI LOGOPEDIA E FINO AD ORA RIESCE A RIPETERE QUALCHE SILLABA . IL MIO COMPAGNO HA LASCIATO CASA 2 MESI FA E DA 2 SETTIMANE LA BIMBA SEMBRA NN VOGLIA PIU FARE ESERCIZI . LUI è SEMPRE PRESENTE DALLA BIMBA LA VEDE TUTTI I GIORNI E  FINO A TARDA SERA . CENA CON LEI E POI VA VIA . RISPETTO A PRIMA DI ANDARE VIA ORA NN LA METTE A NANNA . SI SENTE IN COLPA E STA CADENDO IN UNA FORTE DEPRESSIONE, NN RIDE PIU E TRA DI NOI SI è CALATO UN GRANDE GELO. NN MI CHIAMA PIU COME PRIMA NIENTE PIU SMS E PAROLE DOLCI .NON SI VUOLE PIU BENE E HA DETTO CHE RINUCEREBBE ALLA SUA FELICITA PER LA BIMBA , IO SO CHE PARLA COSI PERCHE è DEPRESSO E SO ANCHE CHE PER COME STAVA PRIMA A CASA SUA DOVE DA ANNI LA SERENITà ERA SVANITA PERCHE I LITIGI ERANO ALL'ORDINE DEL GIORNO , LE OFFESE E LE INGIURE DOMINAVANO , NN SARà POSITIVO PER LA BIMBA, E MOLTO PROBABILMENTE PROPRIO QUESTO è STATO CAUSA DEL SUO DEFICIT.ANCHE LUI QUANTO PUO DURAE IN QUELL'AMBIENTE SENAA AMORE E CONFORTO. QUANTa serenita  POTRà DARE alla bimba se  lui stesso non l'avrà?

giovanna (FG) 28/10/2011

sono separato da un mese e mia figlia ha solo 10 mesi, vorrei sapere come comportarmi. e se posso vedere mia figlia tutti i pomeriggi? grazie

roberto (LC) 05/11/2011

buongiorno a tutti,vi racconto la mia esperienza in breve...il mio compagno ogni fine settimana ha suo figlio di 5 anni.con la madre sono separati da quasi un anno e a volte il bambino,quando e' con il padre e' irrequieto e ultimamente rimette spesso...il bambino vive con la mamma da luglio scorso in un'altra citta'..i genitori non gli hanno raccontato niente o a quanto so' non gli hanno spiegato come mai i genitori sono divisi....cosa posso fare per aiutare il mio compagno?grazie mille simona

simona (PI) 27/02/2012

Ciao sono divorziato con affidamento condiviso e mio figlio e' stato collocato dalla madre. Da circa due mesi e' venuto a vivete con me perche' litiga spesso con la madre ed e' stressato. E' venuta da me e la mia compagna, ma devo ancora dare il mantenimento alla madre x lui anche se mio figlio vive da me. Ma cosa posso fare? Mio figlio ha 15 anni.

fabio (RM) 08/11/2012

 Sono separata da 3 anni, e ho lasciato mio marito x stare con un altro uomo ke subito l ho fatto venire a casa nostra, i miei 2 bambini amavano il padre e oggi ancora, preferiscono trascorrere il tempo con lui, non ricordo bene come mi sentivo durante la separazione sembrava una cosa da poco anzi pensavo ke non avrei fatto nulla di male ai miei bambini, me trascorso il tempo iniziò a render mene conto.... Allora i bimbi avevano 7/4 anni ora 10 /7 ho avuto una bimba ed ora ha 2 anni anche il mio ex ha un altra storia da qui e nata una bimba di 6 mesi . La mia storia non è quella ke avrei voluto anzi è fatta da + bassi ke alti i mie bambini appena possono scappano dal papà ed io sono sempre più piena di sensi di colpa come devo comportarsi visto ke mi sento colpevole?

Anna (NA) 09/04/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Ci siamo separati da pochi mesi e la nostra bambina soffre il distacco"

Sono separata e ho un nuovo compagno
Sono separata e ho un nuovo compagno: come affrontare l'argomento con il mio piccolo? I consigli della psicologa.
Separazione dal compagno
La separazione dei genitori è un evento oggi molto frequente, così come, la discontinuità dei rapporti tra il bambino e il genitore.
Disagio dei bambini con genitori separati
Il disagio del bambino con genitori separati è legato al conflitto che avverte tra il suo affetto per la mamma e quello per il papà.
Separazione e divorzio: i figli
Separazione e figli. Divorzio e figli. Come affrontare la nuova situazione.
Non ha mai conosciuto suo padre
Come si può spiegare ad un bambino così piccolo che non vedrà mai suo padre? I consigli dello psicologo.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Consigli per l'alimentazione in gravidanza
La dieta per la mamma in gravidanza. Tutti i consigli per una corretta alimentazione.
Ecografia delle anche nei neonati
L'ecografia delle anche nei neonati è il miglior metodo per diagnosticare la "displasia congenita dell'anca".
Il bambino e l'ambiente
L'inquinamento sta diventando uno dei principali problemi della nostra epoca e causa danni alla nostra salute e all'ambiente.
Dieta di scatenamento
La dieta di scatenamento consiste nel provare una serie di alimenti per individuare quello responsabile dell'allergia.
Non racconta nulla di quello che succede a scuola
Quando le chiedo cosa ha fatto a scuola mi risponde che non sa, non si ricorda. E non ci racconta nulla. I consigli della psicologa.

Quiz della settimana

Che cosa e' il meconio?
Una secrezione densa emessa dalla bocca del neonato al momento della nascita
Una sostanza emessa dall'intestino del neonato
Una sostanza vischiosa proveniente dal naso del neonato
Nessuna delle risposte corretta