ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Strizza gli occhi

Strizza spesso gli occhi e mi hanno consigliato un collirio, ma non migliora. Il parere dell'Oculista. Il collirio suggerito è un valido ausilio ma certo non è efficacissimo.

a cura di: Prof. Paolo Nucci (oculista)

La mia bimba di dieci anni (bionda, occhi azzurri e sani) continua a strizzare energicamente entrambi gli occhi (a intervalli di qualche minuto) perché riferisce di sentire un disagio non ben precisato. Lo strizzare gli occhi le da sollievo. L'oculista le ha diagnosticato una tarsite (N.d.R.: infiammazione del margine di una palpebra) allergica e prescritto un collirio (nome commerciale dell'acido spaglumico). La cura non ha però cambiato nulla e mia figlia, dopo quattro mesi, continua ad avere lo stesso problema. Quali patologie possono dare questo unico sintomo? Cosa posso fare per risolvere il problema?

È una questione estremamente comune ma, se si tratti di vera allergia o di reattività aspecifica alle "polveri sottili" da inquinamento, comuni in questa stagione, è difficile dirlo. Frequente è anche la fotofobia (fastidio alla luce) lamentato da chi ha poco pigmento. Il collirio suggerito è un valido ausilio ma certo non è efficacissimo. Si potrebbe riprovare con un blando cortisonico, ma temo che la recidiva sia dietro l'angolo. Se può consolarla mio figlio ha lo stesso problema e neanche io ne vengo a capo…, però lo considero un problema veniale rispetto a tanta patologia. Verifica che però questo problemino non nasconda difetti visivi!

13/3/2002

24/3/2016

I commenti dei lettori

da piccolo (fino a 10 anni circa) sbarravo gli occhi e nessuno capiva perchè, neppure io. Venivo spesso sgridato per non farlo più ma ormai era diventato un movimento inconscio. Più grandicello ho analizzato il motivo e ho capito che lo facevo perchè, avendo ciglia lunghe, mi si appiccicavano dove l'occhio si assottiglia e, l'unico modo per staccarle senza usare le mani, era quello di sbarrare gli occhi a più non posso. Appena ho visto la mia bimba fare la stessa cosa, non l'ho sgridata... ma le ho tagliato un pochino le ciglia ai lati e il problema è svanito (ora che ha 9 anni non lo fa più anche se non gliele taglio). Il mio tic era solo la soluzione che il mio corpo aveva trovato per risolvere velocemente un problema sciocco che si ripeteva a breve scadenza.

fabio (MB) 10/06/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Strizza gli occhi"

Vero e falso in oculistica
Una serie di risposte flash a domande frequenti in oculistica.
Tic nervosi
I tic nervosi compaiono dopo i 6-7 anni di età e la loro evoluzione è molto variabile: possono apparire e scomparire spontaneamente.
Sindrome di West: cosa fare?
La sindrome di West è caratterizzata da convulsioni con uno specifico tracciato all'elettroencefalogramma.
La mia bambina soffre di ansia
Fatica ad addormentarsi, ha tic nervosi e si mangia le unghie. Forse la mia bambina soffre di ansia. I rimedi per farla stare più serena.
Congiuntivite allergica
Quando la congiuntivite persiste per un periodo molto lungo nel tempo, è molto probabile che si tratti di una congiuntivite allergica.
Congiuntivite allergica
Soffre di una fastidiosa forma di congiuntivite allergica che si presenta regolarmente alla metà di marzo e lo insidia fino a metà settembre.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Analisi preventive per una bambina di un anno
Gli esami andrebbero prescritti non per controllare se una bimbina sta bene, ma per cercare conferma a seguito di un sospetto clinico fondato e motivato.
Bambini, adolescenti e social network
I social network sono uno strumento per favorire lo scambio di informazioni e la conoscenza reciproca. E' necessario un attento controllo da parte dei genitori.
Ittero del neonato o ittero neonatale
Ittero neonatale (del neonato): l'eccesso di bilirubina ha varie cause e conseguenze anche gravi, per cui si cura con la fototerapia.
Fecondazione: come avviene
Ecco come avviene la fecondazione: in una "gara" fra spermatozoi per la fecondazione dell'ovulo l'inizio della vita.
La crescita del bambino
Il pediatra, per controllare se la crescita e lo sviluppo procedono regolarmente, confronta le misure del bambino con tabelle standardizzate.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa