ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Soffre di allergia al latte

Il problema dell'allergia al latte è di particolare importanza nei neonati, in cui il latte rappresenta il nutriente essenziale o di base.

a cura di: Dott. Renato Sambugaro (allergologo pediatra)

Ho una bimba di sette mesi e io soffro di asma allergica. Da un po' di tempo ho notato delle macchie rosse sul viso della mia bambina che compaiono quando mangia a merenda lo yogurt, ma anche quando al bar le faccio assaggiare una punta di schiuma di latte. Che si tratti di allergia? Faccio notare che, a parte le pappe, la allatto ancora io. Può essere una cosa momentanea? Cosa posso darle a merenda visto che non ama nemmeno la frutta?

L'esistenza di fattori genetici predisponenti all'allergia è accertata. Oltre il 50% dei soggetti allergici presenta una storia familiare positiva per sindromi allergiche. Inoltre, il rischio va aumentando a seconda che uno dei genitori, soprattutto la madre, sia allergico (60%) o che lo siano entrambi (80%), specialmente con le stesse manifestazioni cliniche. L'influenza genetica si manifesta nei discendenti con una più precoce età di comparsa delle sindromi allergiche.

Il problema dell'allergia al latte è di particolare importanza nei neonati, in cui il latte rappresenta il nutriente essenziale o di base. Il latte materno ha il vantaggio di essere assolutamente privo di allergenicità: ecco perché, nei neonati con allergia al latte vaccino, esso dovrebbe essere somministrato a lungo, anche fino al compimento del primo anno di vita.

Successivamente, nell'alimentazione del bambino che più facilmente può divenire allergico ad altri alimenti, dovrebbe essere ritardata l'introduzione soprattutto di uova, pesce e alimenti potenzialmente allergizzanti. Prosegua pure con l'allattamento materno, anche a merenda, non abbia fretta di introdurre nuovi alimenti e soprattutto eviti gli "assaggi" che, in realtà, come ha potuto constatare di persona, non sono di alcuna utilità.

11/11/2002

11/2/2014

I commenti dei lettori

è la stessa cosa che è cpitata a me! che strano, ma dopo ho scoperto che il latte non c' entra.

cristina (BS) 19/11/2011

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Soffre di allergia al latte"

Omogeneizzati o liofilizzati?
Omogeneizzati e liofilizzati hanno le stesse caratteristiche nutrizionali. Nelle prime fasi dello svezzamento vengono spesso preferiti i liofilizzati.
Dermografismo rosso
Il dermografismo è un sintomo di una manifestazione tipica di chi soffre di orticaria. In caso però di prurito intenso, si usano eventualmente antistaminici.
Come comportarsi se un bambino non mangia
Alcuni suggerimenti su come comportarsi se un bambino piccolo non mangia e su quali sono i parametri importanti da osservare per una giusta crescita.
Lo svezzamento nella storia
Fino alla metà del 1700 non esistevano indicazioni circa il metodo oppure gli alimenti più adatti per lo svezzamento.
Svezzamento in bambini allergici
Nei bimbi con familiarità per allergia occorre introdurre gli alimenti potenzialmente più allergizzanti dello svezzamento dopo l'anno di età.
Allergia ai crostacei
Ha avuto una reazione nel mangiare i gamberetti. Sarà allergica ai crostacei?
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Insonnia in gravidanza
Dal quinto mese di gravidanza in poi un po' di insonnia è normale. Che fare? I consigli dell'esperto.
Lo sviluppo motorio nel primo anno di vita
Esiste una grande variabilità nei tempi oltre che nelle modalità dello sviluppo motorio nel primo anno di vita.
Un elettrocardiogramma per tutti i neonati
Una proposta per prevenire le morti in culla.
Attaccamento alla mamma e rifiuto dell'estraneo
Ha un forte attaccamento alla mamma. La mamma deve mediare le risposte emotive del suo bambino e ampliarne le esperienze verso l'esterno.
Ha la fontanella pulsante
Ha la fontanella pulsante perché i capelli in corrispondenza della fontanella si alzano e si abbassano ritmicamente.

Quiz della settimana

Che cosa è l'ambliopia?
Una particolare forma di zoppia
Il mancato o diminuito sviluppo della capacità visiva da uno o entrambi gli occhi
Una rara forma di strabismo che interessa alternativamente i due occhi
La difficoltà a vedere gli oggetti da lontano