ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

A cinque anni dovrebbe metter per molte ore al giorno un apparecchio ai denti piuttosto ingombrante

Dovrebbe mettere un apparecchio ai denti piuttosto ingombrante. E' davvero l'unica soluzione possibile? Ne vale davvero la pena? I consigli dell'Odontoiatra.

a cura di: Dott. Gabriele Floria (odontoiatra, protesista dentale e specialista in ortognatodonzia)

Ho una bambina di cinque anni e mezzo con una malocclusione dentale: il morso inverso (N.d.R.: il morso incrociato o morso inverso è un'anomalia dentaria, monolaterale o bilaterale, che si verifica quando i denti superiori cadono, nel contatto occlusale, internamente rispetto agli inferiori. In altre parole, l'arcata superiore non cade esattamente sull'inferiore, ma risulta spostata da una parte). L'ortodontista ritiene che la si possa correggere al meglio con un apparecchio mobile parzialmente esterno (poggiante, a quanto ho capito, sulla fronte) in grado di inibire la sporgenza della mandibola. La bambina dovrebbe tenere questo apparecchio piuttosto ingombrante per almeno quattordici ore al giorno (quindi durante la notte) per circa quattro anni. È davvero questa l'unica soluzione possibile? Si può davvero pretendere da un bambino che indossi un apparecchio così inibente? Mi preoccupano soprattutto gli effetti a lungo termine sullo sviluppo emotivo. Ne vale davvero la pena?

Senza avere la pretesa di rispondere al suo caso specifico, impossibile da valutare senza tutte le informazioni necessarie, mi si consentano solo alcune considerazioni di ordine generale. Nel caso di inversione del combaciamento anteriore e/o laterale è giustificato un intervento precoce, anche a 4,5 - 5 anni. Esistono molti tipi di apparecchi utilizzabili in funzione anche delle caratteristiche cranio-facciali del paziente.

L'unico comun denominatore di tutti questi diversi apparecchi sarà, tuttavia, l'effetto di stimolo all'accrescimento del mascellare superiore: infatti nessun autore ha mai dimostrato scientificamente di poter controllare l'accrescimento orizzontale della mandibola che pare determinato geneticamente. Sia la maschera facciale di Delaire che la Petit hanno infatti gli appoggi mentali e frontali, con la trazione a livello dentale dell'arcata superiore tramite elastici. Altre tipologie di apparecchi sono completamente endorali, però è necessario verificare se, nel caso specifico, siano utilizzabili.

Per rispondere alla sua ultima domanda sull'accettazione psicologica di un dispositivo in parte extra-orale dobbiamo precisare che si tratta in realtà di quattro ore durante il giorno perché, in media, i bambini dormono dieci ore di notte. Inoltre e soprattutto dobbiamo però chiederci, nel caso in cui tali dispositivi siano strettamente necessari, se non sia peggiore psicologicamente mantenere un grave pregiudizio estetico e funzionale per evitare un apparecchio correttivo fino alla maggiore età quando, probabilmente, si potrà eseguire un intervento chirurgico maxillo-facciale correttivo. Per rispondere all'ultima domanda "Ne vale davvero la pena?" bisogna vedere in che considerazione vengono tenute la funzione, l'estetica e l'autostima del bambino. La mia risposta di genitore prima che di ortodontista è: certamente SI'!

26/11/2003

14/4/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "A cinque anni dovrebbe metter per molte ore al giorno un apparecchio ai denti piuttosto ingombrante"

Morso incrociato
Il morso incrociato è un'anomalia per la quale i denti superiori cadono, nel contatto occlusale, internamente rispetto agli inferiori.
Morso incrociato
Il morso incrociato laterale deriva da una differenza nella dimensione trasversale delle due arcate dentarie.
Morso incrociato
E' necessario valutare se per correggere il morso incrociato é necessario un apparecchio fisso o mobile.
L'apparecchio per i denti a quattro anni
Le è stato diagnosticato un problema di morso incrociato. Non è troppo presto mettere l'apparecchio a quattro anni?
Morso profondo e morso crociato
Il morso profondo o morso crociato è un'anomalia verticale nella quale gli incisivi superiori coprono troppo gli inferiori.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Il ciuccio per il neonato
Il ciuccio può essere utile per tranquillizzare il neonato, anche se, soprattutto nelle prime settimane, potrebbe ostacolare l'allattamento al seno.
Mandarlo in una scuola all'estero
E' piccolo: una scuola all'estero lo farebbe crescere bilingue, ma la famiglia sarebbe costretta a dividersi.
Sindrome di Prader-Willy
La sindrome di Prader-Willy è una malattia complessa la cui incidenza è stimata di circa 1: 10000-25000 nati con una prevalenza dei maschi sulle femmine (2:1).
Allattamento al seno: consigli alla mamma che allatta
I consigli degli esperti di Pediatria On Line alla mamma che allatta al seno.
Calcolo del peso fetale
Come si calcola il peso fetale durante i 9 mesi della gravidanza? I consigli degli esperti.

Quiz della settimana

A che cosa serve la vitamina K?
Ha un'azione anti-ossidante
Aiuta l'organismo a difendersi dalle infezioni
Favorisce la trasmissione degli impulsi nervosi
Ha un'azione antiemorragica