ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Crescita dopo la pubertà

La crescita media di una ragazzina dopo il menarca è di 5 - 7,5 centimetri, seppur con grosse variazioni individuali. Nelle bambine il picco di crescita è anticipato e precede il menarca.

a cura di: Dott. Gianpaolo De Filippo (endocrinologo pediatra)

Vorrei sapere quanto cresce una bambina dopo la comparsa delle mestruazioni. E, più in generale, mi piacerebbe conoscere quanti cm cresce in media un individuo di sesso femminile dall'inizio della pubertà.

Quando ci troviamo in situazioni fisiologiche (cioè in bambini/e in perfetta salute), possiamo dividere la crescita puberale (che avviene cioè durante l'epoca della pubertà) in tre fasi: la prima, di crescita minima, con un vero e proprio rallentamento della velocità di crescita; la seconda, rappresentata dal picco di crescita; la terza, in cui c'è una diminuzione della velocità di crescita fino all'arresto, con la fusione delle cartilagini di accrescimento [N.d.R.: la crescita lineare delle ossa degli arti avviene ad opera dell'attività di produzione di osso della cartilagine di coniugazione, detta anche di accrescimento, che è posta nella metafisi (cioè nella parte terminale) di ciascuna estremità di un osso. Questo processo di ossificazione non si perpetua nel tempo ma, ad un certo punto dello sviluppo di un individuo, queste cartilagini di accrescimento si "chiudono" ad opera di stimoli endocrini, genetici, alimentari, individuali che fanno sì che le cellule germinali vengano sostituite da tessuto osseo, cessando così di produrre osso deputato alla crescita]. Questa suddivisione è valida nei due sessi, ma i tempi sono diversi.

Nel bambino, il picco di crescita sopraggiunge in media due anni dopo rispetto alle bambine e si prolunga fin quasi alla fine della pubertà. Si tratta dunque di una crescita più graduale e distribuita nel tempo, per un totale, in media, di 28 centimetri. Nelle bambine, come abbiamo detto, il picco di crescita è anticipato e precede il menarca, di circa 1,3 anni, per cui, al momento di quest'evento, il potenziale di crescita puberale (rappresentato da un totale, in media, di 25 centimetri) è stato utilizzato quasi interamente.
La crescita media di una ragazzina dopo il menarca è di 5 - 7,5 centimetri, seppur con grosse variazioni individuali. Bisogna tener presente che né l'étà dell'inizio della pubertà né l'inizio del menarca sono, presi da soli, buoni indici predittivi della statura adulta. Questa è sempre il risultato di uno sviluppo armonico durante tutte le fasi della crescita.

18/4/2002

1/10/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Crescita dopo la pubertà"

Cresce poco, ma è vivacissimo
Se il bambini cresce poco, ma ha una curva di crescita graduale e costante, in genere, non dovrebbero esserci problemi.
I percentili di crescita nei bambini
I percentili esprimono la posizione percentuale di una misurazione rispetto alla popolazione di riferimento.
Da che fattori dipende la statura?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Bassa statura
E' più piccolo dei coetanei. La bassa statura può essere corretta con l'ormone della crescita?
Bassa statura e sindrome di Turner
Le caratteristiche della sindrome di Turner sono molto variabili: costante è la bassa statura, accompagnata o meno da alterazioni estetiche.
Controlla le misure di tuo figlio
Valutare le misure di un bambino significa essenzialmente confrontarle con i valori di un gruppo di riferimento.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

A tre anni non riesce ancora a strutturare le frasi
La variabilità dei tempi e modi dello sviluppo del linguaggio è notevole ma, in presenza di alcuni "segnali" significativi, vanno valutati alcuni aspetti.
Accertamenti a tappeto e screening
In Pediatria è corretto eseguire accertamenti (del sangue, strumentali o visite) solo quando esiste un sospetto diagnostico.
Problemi di inserimento in prima media
E' in crisi, continua a piangere per l'enorme cambiamento che le medie comportano.
Intervallo di tempo fra la somministrazione di vaccini diversi
Ci sono intervalli di tempo da rispettare tra un vaccino e l'altro?
La donna dopo il parto
Il brusco cambiamento avvenuto dopo il parto porta l'organismo ad una serie di complesse modificazioni.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte