ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Schede di Pediatria per Famiglie

per la salute del tuo bambino

Eczema e allergie: consigli pratici

Il bambino affetto da eczema e allergie richiede particolare attenzione nell'igiene personale, nell'abbigliamento e nell'arredo della cameretta.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

LA CAMERA Poiché sembra ormai dimostrato che le manifestazioni cutanee della dermatite atopica possono essere accentuate dal contatto con gli acari (micro-organismi invisibili a occhio nudo presenti nella polvere di quasi tutte le case), una particolare attenzione va posta all’ambiente in cui il bambino trascorre buona parte della giornata: la sua cameretta. Seguire perciò i suggerimenti pubblicati nella scheda "Allergia agli acari della polvere: come comportarsi".

L’IGIENE PERSONALE Non usare i comuni saponi neutri e i bagno schiuma, soprattutto quelli profumati e molto schiumogeni che possono irritare la pelle e far aumentare il prurito. Utilizzare invece detergenti a base di oli minerali. Tagliare regolarmente le unghie del bambino e tenerle pulite al fine di evitare qualsiasi sovrainfezione batterica conseguente a lesioni da grattamento. Applicare regolarmente durante la giornata una crema emolliente, idratante e nutriente. Fare ogni giorno un bagno emolliente con oli da bagno, ad una temperatura non troppo elevata (32°-33°C al massimo), per ammorbidire la pelle, lenire l’arrossamento e diminuire la secchezza cutanea. Dopo il bagno asciugare bene il bambino, tamponando con una salvietta, senza strofinare la cute; successivamente applicare sul corpo un’emulsione.

L’ABBIGLIAMENTO Non coprire troppo il bambino per evitare eccessiva sudorazione che fa aumentare il prurito. Usare indumenti di cotone o di lino non colorati a contatto con la pelle. Non usare cuffie, sciarpe, guanti e canottiere di lana, ed altri indumenti di lana o di tessuto sintetico (tipo poliestere) che, essendo ruvidi ed irritanti, accentuano il prurito. Attenzione anche, quando si prende in braccio il bambino, a non strofinarlo contro il maglione che si indossa. Risciacquare con molta cura dopo il lavaggio gli indumenti per evitare la permanenza di residui di detersivi nei tessuti. Evitare l’utilizzo di ammorbidenti per tessuti. Usare acqua a basso contenuto di calcare (è utile un depuratore, anche di costo non elevato). Evitare scarpe di gomma e calzature chiuse come gli stivali.

Evitare il contatto diretto con animali domestici (gatti, cani, uccelli, criceti o piccoli roditori). Evitare il contatto con persone affette da Herpes Simplex. Non fumare in presenza del bambino. Favorire l’esposizione al sole e i soggiorni in clima marino. Il bambino può fare bagni in piscina o in mare; prima del bagno applicare una crema idratante. Dopo il bagno risciacquarlo con acqua dolce ed applicare nuovamente la crema idratante per attenuare l’effetto aggressivo dell’acqua di piscina o dell’acqua di mare. Sedare il prurito con un antistaminico fino alla scomparsa del sintomo.

1/8/1997

1/11/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Eczema e allergie: consigli pratici"

Eczema sui gomiti
Da circa un anno che a mio figlio di sei anni sono comparsi degli eczemi sui gomiti. E' necessaria una visita da un dermatologo che imposterà una terapia.
Tacrolimus: un nuovo farmaco per la dermatite atopica
Il Tacrolimus si può usare per la terapia della dermatite atopica, ma solo al di sopra dei due anni di età.
La faccia dell'allergico
Si puo' riconoscere dai lineamenti una bambina allergica? Uno dei segni più evidenti è rappresentato dall'"occhio pesto allergico".
Gli si arrossa la bocca quando mangia il pomodoro
Gli compaiono delle macchie rosse quando mangia il pomodoro. Può trattarsi di allergia al pomodoro? I consigli del Pediatra.
Una plica sotto le palpebre
Uno dei segni caratteristici di una congiuntivite allergica è una piega cutanea chiamata "plica cutanea di Dennie-Morgan".
Allergia ai pollini
Graminacee, parietaria, composite, olivo, betulla, pioppo sono i principali responsabili di allergia ai pollini.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Febbre, dentini e sesta malattia
Mio figlio di nove mesi ha la febbre da tre giorni. Gli hanno diagnosticato la "febbre da dentini" o la sesta malattia.
Morte da inalazione di meconio
Come si verifica la Sindrome da Aspirazione Meconiale (SAM).
Ultrascreen in gravidanza
L'ultrascreen si basa su un'ecografia ed è un prelievo di sangue effettuati ad 11-13 settimane di gravidanza.
Ciuccio e palato
Mio figlio di 20 mesi ha il palato deformato dal ciuccio. I consigli dell'esperto su quando toglierlo per non fargli deformare il palato.
Correggere l'ipermetropia rende strabici?
Mi hanno detto che correggere l'ipermetropia rende strabici. Il parere dell'oculista.

Quiz della settimana

Quale delle seguenti affermazioni riguardanti il tetano è corretta?
Può colpire il neonato
E' una malattia contagiosa
E' dovuta a un virus
Prima di manifestarsi ha un periodo di incubazione di più di un mese