ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Schede di Pediatria per Famiglie

per la salute del tuo bambino

Dermatite atopica nei bambini

La dermatite atopica è una malattia cutanea cronica dell'infanzia con un decorso tipicamente recidivante. Tutti i consigli per curare questa malattia cutanea.

La dermatite atopica è una malattia cutanea cronica dell'infanzia con un decorso tipicamente recidivante, il cui sintomo più costante e fastidioso è il prurito intenso. La pelle di questi bambini è ruvida e secca per la perdita eccessiva di acqua dallo strato corneo, più superficiale, della cute; inoltre è molto sensibile e facilmente irritabile.

L'uso di sapone e detergenti, il contatto con indumenti di lana o sintetici, o anche semplicemente l'acqua sono sufficienti per irritarla. L'epidermide di questi bimbi va inoltre incontro più facilmente ad infezioni cutanee perché i batteri (soprattutto lo Stafilococco aureus) e i funghi muffe che fisiologicamente tutti noi abbiamo sulla cute proliferano, come conseguenza della carenza di alcune proteine di difesa che normalmente ne limitano la crescita. Per di più i batteri sono in grado di degradare alcuni grassi della cute (chiamati ceramidi) aumentando in questo modo l'incapacità della pelle a trattenere l'acqua: come conseguenza viene ulteriormente accresciuta la secchezza dell'epidermide con conseguente aggravamento dell'eczema ed accumulo di cellule che provocano infiammazione.

Un bambino con dermatite atopica ha perciò bisogno di idratare la pelle con creme emollienti e di ridurre l'arrossamento e l'infiammazione attraverso creme lenitive. Oltre a ciò è necessario ridurre la crescita di batteri e funghi mediante l'uso di detergenti blandi ad azione antibatterica ed antifungina. Importante è anche evitare il contatto con alimenti verso i quali è stata dimostrato sensibilità e ridurre il più possibile l'esposizione agli acari, piccoli ragnetti invisibili a occhio nudo normalmente presenti nella polvere di quasi tutte le case, che possono sensibilizzare la pelle dei bambini con eczema, irritandola ed infiammandola. Non esiste una cura per guarire la dermatite atopica; spesso la guarigione si verifica spontaneamente nel corso degli anni anche se, in alcuni soggetti più gravi, la malattia può persistere per molto tempo. Lo scopo della terapia è perciò la riduzione del prurito, della secchezza e dell'infiammazione della cute.

28/9/2009

22/8/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Dermatite atopica nei bambini"

Macchie su braccia, schiena e torace
Ha cominciato ad avere macchie su braccia, schiena e torace. Sarà intollerante ai latticini?
Svezzamento in un bambino allergico
Quali suggerimenti per lo svezzamento di un bambino allergico? I consigli del Pediatra.
Dermatite atopica e asma bronchiale e allergica
E' allergico alle graminacee e soffre di asma allergica. Potrebbe migliorare crescendo? I consigli dell'allergologo.
Una plica sotto le palpebre
Uno dei segni caratteristici di una congiuntivite allergica è una piega cutanea chiamata "plica cutanea di Dennie-Morgan".
Ha predisposzione allergica
E' opportuno posticipare l'introduzione dei latticini?
Eczema atopico infetto
L'eczema atopico infetto non è una malattia contagiosa. E' una complicazione della dermatite atopica. Le cure e la terapia.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cortisone per la febbre
La cura deve essere proporzionata al disturbo. Per abbassare la febbre, normalmente, il farmaco di prima scelta è il paracetamolo.
Rifiuta il biberon
Rifiutare il biberon è un comportamento frequente. La tettarella ha spesso un gusto di cloro.
Succhia il dito
Succhia il dito e non ha nessuna voglia di smettere. Il consiglio è di aspettare, lavorando sui premi piuttosto che sulle punizioni.
Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Depressione post-partum
La depressione post-partum o depressione post-natale è un disturbo dell'umore che colpisce molte donne nel periodo immediatamente successivo al parto.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte