ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Toccare una processionaria

E' fondamentale sapere esattamente come comportarsi nell'eventualità si incontri la processionaria.

a cura di: Dott. Renato Sambugaro (allergologo pediatra)

Mio figlio di tre anni è venuto a contatto diretto (prendendola in mano) con la processionaria. Sono stata chiamata dall'asilo visto la gravità degli effetti allergici, con volto gonfissimo, grande prurito anche alle braccia e difficoltà respiratoria. Prima dal pediatra e poi all'ospedale gli è stato somministrato cortisone. Vorrei sapere da voi se ci possono essere dei successivi danni agli occhi e se mi consigliate un test allergologico, visto la reazione potente che ha avuto al contatto con la processionaria.

Escluderei danni agli occhi visto l'unico episodio verificatosi e prontamente trattato con idonea terapia. La reazione causata può però essere la spia di una reattività allergica del bimbo, quindi sarebbe opportuno eseguire, alla prima occasione, test cutanei per gli allergeni più comuni, al fine di evidenziare eventuali positività nascoste (graminacee, acari ecc.). Consideri comunque che la processionaria causa molto spesso sintomatologia irritativa e pruriginosa alla maggior parte delle persone con cui viene a contatto.

12/5/2003

3/2/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Toccare una processionaria"

Orticaria-angioedema
L'orticaria-angioedema si manifesta con bolle pruriginose che vanno e vengono.
Allergia ai crostacei
Ha avuto una reazione nel mangiare i gamberetti. Sarà allergica ai crostacei? Il parere dell'esperto.
Dermografismo rosso
Il dermografismo è un sintomo di una manifestazione tipica di chi soffre di orticaria. In caso però di prurito intenso, si usano eventualmente antistaminici.
Mastocitosi bollosa
La mastocitosi bollosa, malattia peraltro benigna anche se assai fastidiosa, non è guaribile farmacologicamente.
Orticaria cronica
Soffre di orticaria cronica, ma le cause sono molto numerose e, quindi, non deve sorprendere se l'orticaria cronica rimane senza causa.
Dermatite neonatale
Il neonato spesso va incontro ad eruzioni cutanee di diverso tipo assolutamente normali e innocue.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cambiare casa: è importante far partecipare il bambino
Cambiare casa: è importante far partecipare il bambino. I consigli della psicologa.
Lo svezzamento dopo il sesto mese
Dal sesto mese di vita compiuto si può iniziare lo svezzamento, cioè l'integrazione di cibi solidi e semisolidi.
Togliere o no i denti da latte?
E' necessario rivolgersi all'ortodonzista che è in gradi di valutare se è necessaria l'estrazione del dente da latte.
Cisti smegmatiche
Le cisti smegmatiche sono piccole sacche di grasso sotto la pelle del prepuzio che si risolvono da sole.
Pressione bassa nel bambino
Mio figlio di 10 anni soffre di pressione bassa. Da che cosa può dipendere? Se l'alimentazione è varia, non sono necessari gli integratori.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa