ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Farmaci e allattamento

Alcuni farmaci, durante l'allattamento, possono essere assunti senza problemi. Altri invece no. E' sempre consigliabile consultare il proprio medico.

Soffro di cefalea a grappolo e mi trovo spesso costretta a fare uso di antidolorifici, in particolare del farmaco [nome farmaco] contenente paracetamolo. Le note informative allegate al farmaco non riportano controindicazioni per donne in gravidanza ed in allattamento. Vorrei avere conferma se posso usare senza preoccupazioni questo farmaco e se eventualmente ne esistono altri indicati al caso specifico. In generale gradirei conoscere inoltre quali farmaci si possono assumere in gravidanza ed in allattamento in caso di: stati influenzali, stati febbrili, sindromi da raffreddamento, affezioni delle prime vie respiratorie ed altre fra le più comuni patologie da Voi indicate.

Il paracetamolo è un farmaco antipiretico e antidolorifico che può essere assunto dalla mamma che allatta con tranquillità in quanto non sono segnalati in letteratura effetti collaterali. In caso di tosse catarrale possono essere assunti con tranquillità, per gli stessi motivi, mucolitici quali la carbocisteina o la levodropizina

Tra i farmaci usati come anti-infiammatori occorre invece cautela con i salicilati (acido acetilsalicilico e derivati) in quanto hanno una emivita lunga nel latte; anche i pirazolinici vanno usati con cautela soprattutto nelle prime settimane di allattamento in quanto possono avere effetti ematologici pericolosi (agranulocitosi cioè riduzione delle difese dell'organismo). Sempre tra gli anti-infiammatori nessun effetto collaterale è segnalato per il piroxicam e ketorolac; ben tollerato è anche l'ibuprofene.

Le mamme che soffrono d'asma possono assumere sia il chetotifene che il sodiocromoglicato in quanto non sono segnalati effetti collaterali. Per quello che riguarda l'eventuale uso di antibiotici sia le penicilline (ampicillina e amoxicillina), sia le cefalosporine di I, II e III generazione, sia i macrolidi in genere sono ben tollerati anche se possono dare alterazione della flora batterica intestinale e a volte sono segnalati rush cutanei. Prima dell'assunzione, comunque, è sempre consigliabile consultare il proprio medico, che conosce la situazione personale, le terapie in corso e le eventuali intolleranze.

1/1/1998

11/12/2015

I commenti dei lettori

salve sono una mamma di 35 anni allatto ancora mia figlia di 16 mesi e ho bisogno di assumere antibiotici so che alcuni possono essere assunti mi potete dire quali ...grazie molte

carolina (CE) 11/11/2011

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Farmaci e allattamento"

La leggenda: la via lattea
La galassia per antonomasia. Il suo nome deriva dal greco. Conosci anche la leggenda?
Storia dell'allattamento
La storia dell'allattamento dai secoli passati ai giorni nostri. Iniziamo il percorso storico ricordando Sorano di Efeso e le sue teorie.
Integrazione del latte materno
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.
Allattamento e tinture per capelli
Allattando al seno è consigliabile fare ricorso a tinture che abbiano di base sostanze coloranti naturali senza additivi chimici.
Quale latte vaccino nello svezzamento?
Passando dal latte di proseguimento al latte vaccino, quale tipo è consigliato nello svezzamento? I consigli del Pediatra.
Quali tettarelle per il biberon?
Quali tettarelle scegliere per il biberon di un neonato? I tipi di tettarelle in commercio e i consigli su quali usare.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Diabete in gravidanza
In gravidanza vanno distinti due diversi tipi di diabete: quello preesistente e quello gestazionale.
Seno ingrossato nel neonato
È normale che il neonato abbia il seno ingrossato. Si tratta della crisi genitale, un fenomeno ormonale che passerà da solo.
Una febbre ricorrente senza spiegazione
Gli esami sono tutti negativi, ma io sono preoccupato.
Ha quasi un mese, ma non gli è ancora caduto il moncone ombelicale
La caduta del moncone ombelicale: ad un mese di vita, se non fosse già caduto, va reciso chirurgicamente.
Le sono già comparse le smagliature sul seno
Il seno si è riempito di smagliature ancora rosse, posso fare qualcosa di più efficace? I consigli del dermatologo.

Quiz della settimana

Per quanto tempo si può conservare in frigorifero il latte materno, senza perdere nessuna delle sue molteplici proprietà?
meno di 12 ore
non piu di 24 ore
36 ore
oltre le 48 ore