ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Un danno alla valvola aortica

La stenosi sottovalvolare aortica è una malformazione congenita che consiste nella presenza di tessuto fibroso (o muscolare) anomalo che crea un ostacolo all'uscita del ventricolo sinistro.

a cura di: Prof. Giovanni Stellin (cardiochirurgo)

Qualche giorno fa, al nostro figlio di venti mesi, è stato fatto un ecocardiogramma. All'esame ecocardiografico Doppler è stata evidenziata una membrana sottovalvolare aortica che crea un gradiente sistolico con picco 30-35 mmHg e gradiente medio circa 20 mmHg; rigurgito aortico di grado lieve. Al termine dell'esame la dottoressa ci ha spiegato che esiste una grande probabilità che nostro figlio dovrà operarsi. Domanda: quanto è la probabilità di rischio per un intervento di questo genere? Qual è la durata dell'intervento? Qual'è il metodo migliore per effettuare questo tipo di operazione?

La stenosi sottovalvolare aortica è una malformazione congenita che consiste nella presenza di tessuto fibroso (o muscolare) anomalo, immediatamente al di sotto della valvola aortica, che crea un ostacolo all'uscita del ventricolo sinistro. Anche in presenza di ostacoli lievi, come in questo caso, le turbolenze dovute a questo tessuto anomalo danneggiano la valvola aortica (che nella maggior parte dei casi è normale) fino a renderla disfunzionante e pertanto patologica.

L'intervento, quindi, deve essere eseguito al momento della diagnosi, per evitare il progressivo deterioramento della valvola aortica. Il rischio dell'intervento è molto basso ed il risultato è assicurato nella totalità dei casi. La durata dell'intervento è, nel complesso, relativamente breve (circa due ore). Quest'intervento si può inoltre eseguire con approccio mini-invasivo, e cioè con una piccolissima incisione (circa 5-6 cm) nella porzione inferiore dello sterno. L'intervento consiste, ovviamente, nella resezione del tessuto anomalo.

16/10/2002

15/1/2017

I commenti dei lettori

anch'io ho un bimbo di 3 anni e mezzo che già da due gli è stato diagnosticato stenosi sottovalvolare aortica con gradiente medio 26, sicuramente da operare, dove andare per un consulto? Qualcuno ha un figlio già operato dove è stato fatto?

Anna Maria (RE) 08/04/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Un danno alla valvola aortica"

Aorta bicuspide
L'aorta bicuspide è una malformazione o meglio una variante minoritaria della normalità: infatti la valvola aortica ha normalmente tre cuspidi.
Stenosi mitralica
La stenosi mitralica come cardiopatia congenita spesso spazia da forme di valvole "quasi normali" a forme più severe.
Stenosi della polmonare
La stenosi polmonare è una malattia della valvola che regola il flusso tra il ventricolo destro e l'arteria polmonare.
Controllo chirurgico dopo valvuloplastica
Dopo una valvuloplastica è opportuno uno stretto controllo chirurgico per valutare l'evoluzione della stenosi residua.
Stenosi della valvola aortica
La stenosi valvolare aortica è una malformazione congenita della valvola aortica che consiste nel restringimento al passaggio del sangue.
Atresia polmonare
L'atresia polmonare con difetto interventricolare è una forma estrema di tetralogia di Fallot.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: quali vantaggi?
L'allattamento al seno rappresenta in assoluto il miglior tipo di alimentazione per il bambino nei suoi primi mesi di vita.
I disturbi del sonno nei neonati e nei bambini
Disturbi del sonno nei neonati: si svegliano parecchie volte di notte. Come facilitare il sonno nei bambini: i consigli del Pediatra.
Sindrome di West
La sindrome di West è una malattia epilettica con esordio nel 1° anno di vita, caratterizzata dalla presenza di spasmi epilettici.
Allattamento artificiale: come faccio a fargli accettare il biberon?
Consigli per far accettare il biberon in corso di allattamento artificiale.
Incompatibilità da RH in gravidanza
L'identificazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh deve essere sempre fatta all'inizio della gravidanza per tutelare la salute fetale.

Quiz della settimana

Che cosa significa la parola astenia?
Essere privo di forza
Altezza al di sotto della media
Carenza di vitamine
Sonnolenza