ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

approfondire insieme al Pediatra

La vitamina B12 o cianocobalamina

La cianocobalamina, conosciuta come vitamina B12, è presente in tutti gli alimenti di origine animale in minime quantità in particolare nel fegato, nella carne, nel pesce, nel latte e nelle uova.

a cura di: Dott. Massimo Generoso (pediatra)

Dove si trova

La cianocobalamina (vitamina B12) è idrosolubile cioè si scioglie in acqua. E’ presente in tutti gli alimenti di origine animale in minime quantità, in particolare nel fegato, nella carne, nel pesce (aringhe, ostriche, sgombri), nel latte e nelle uova.

Il suo assorbimento a livello dell’intestino è condizionato dalla presenza di una proteina, chiamata “fattore intrinseco”, prodotta all’interno dello stomaco. Questa vitamina è resistente alla cottura ma viene distrutta dalla luce.

A che cosa serve

E’ coinvolta nel metabolismo (cioè il complesso di reazioni chimiche che avviene nell’organismo) degli acidi grassi e degli acidi nucleici, cioè gli acidi presenti nel nucleo della cellula, essenziali per ogni forma di vita. E’ fondamentale per la maturazione dei globuli rossi nel midollo osseo e per il funzionamento del tessuto nervoso.

Che cosa succede se manca

Il suo fabbisogno è normalmente coperto dalla dieta. La condizione di carenza è piuttosto rara e si può manifestare solo in alcuni casi:

  • insufficiente apporto alimentare, ad esempio in bambini alimentati con dieta strettamente vegetariana o allattati al seno da madri a dieta vegetariana stretta o denutrite
  • assenza del “fattore intrinseco” 
  • ridotta capacità di assorbimento intestinale per diarree gravi o celiachia
  • interferenza da parte di batteri o di parassiti (vermi) col normale assorbimento di questa vitamina nell’intestino, come avviene in certe infezioni degli arti o di altre parti del corpo.

Le manifestazioni cliniche sono un tipo particolare di anemia chiamata megaloblastica, un’infiammazione della lingua (glossite), analogamente a quanto avviene nel deficit di acido folico, e sintomi a carico del sistema nervoso (incoordinazione dei movimenti, alterazione della sensibilità).

9/9/2009

4/5/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "La vitamina B12 o cianocobalamina"

Vitamine per l'influenza?
E' giusto dare vitamine ad ogni influenza o raffreddore? I polivitaminici aiutano a combattere le infezioni? Il consiglio del pediatra.
La verdura nell'alimentazione del bambino
Le verdure vengono introdotte nell'alimentazione del bambino dall'inizio dello svezzamento. Qualche consiglio pratico.
Il rame
La percentuale di rame contenuta nei vegetali varia a seconda del contenuto di minerale nel terreno su cui vengono coltivati.
Dare vitamine con l'antibiotico?
Dare vitamine con l'antibiotico è una vecchia ed inutile abitudine.
Il sodio
Il sodio si trova in quasi tutti i cibi, soprattutto nel cloruro di sodio (il sale comune). Una carenza di sodio causa calo della pressione, crampi, debolezza.
La vitamina B8 o biotina
La vitamina B8 o biotina è presente in molti alimenti, tra cui il pollo, il tuorlo d'uovo, le nocciole, i funghi e alcuni legumi.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Ha quasi un mese, ma non gli è ancora caduto il moncone ombelicale
La caduta del moncone ombelicale: ad un mese di vita, se non fosse già caduto, va reciso chirurgicamente.
Le sono già comparse le smagliature sul seno
Il seno si è riempito di smagliature ancora rosse, posso fare qualcosa di più efficace? I consigli del dermatologo.
Pro e contro l'asilo nido
La scelta di mandare all'asilo nido bambini anche molto piccoli è un'esigenza "moderna". I consigli del Pediatra.
La donna dopo il parto
Il brusco cambiamento avvenuto dopo il parto porta l'organismo ad una serie di complesse modificazioni.
La pelle del neonato
La pelle del neonato è soggetta ad arrossamenti ed irritazioni a causa dell'estrema fragilità cutanea e del contatto prolungato con fattori irritanti.

Quiz della settimana

Per quanto tempo si può conservare in frigorifero il latte materno, senza perdere nessuna delle sue molteplici proprietà?
meno di 12 ore
non piu di 24 ore
36 ore
oltre le 48 ore