ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

Animali adatti ai bambini

Gli animali più adatti ai bambini appartengono a numerose specie. Tra questi vi sono cani, gatti, uccelli da gabbia e da voliera, i piccoli mammiferi domestici e i pesci ornamentali.

Una delle richieste che più frequentemente i genitori si sentono rivolgere dai propri figli riguarda il possesso di un animale d'affezione. Tale scelta, che deve in ogni caso essere meditata con ponderatezza, si rivela spesso non facile per papà e mamma.

Quali sono gli animali che meglio si addicono a un bambino?

Sono numerose le specie che vengono annoverate nel gruppo dei cosiddetti animali familiari, la cui popolazione italiana assomma a circa sessanta milioni di esemplari. Tra questi vi sono, oltre ai cani e ai gatti, anche gli uccelli da gabbia e da voliera, i piccoli mammiferi domestici, gli animali da terrario e i pesci ornamentali. Nonostante non vi sia dubbio che ancora oggi i più amati dai bambini siano cani e gatti - con i quali il rapporto è per certi versi più intimo e appagante rispetto a quello instaurabile con altri pets - negli ultimi anni stiamo assistendo a un aumento del numero dei cosiddetti esotici, nell'ambito dei quali vanno inseriti gli altri animali precedentemente citati.

Volatili e piccoli mammiferi

I volatili d'appartamento che vivono nelle case degli Italiani assommano a circa tredici milioni di esemplari: la maggior parte di essi è costituita da canarini e pappagallini ondulati, ma non vanno dimenticati i merli indiani, i calopsitte, i bengalini, i diamantini e così via. Gli allevamenti sono più o meno ventimila, nei quali nascono annualmente ventimila soggetti, due terzi dei quali sono canarini. I piccoli mammiferi sono poco meno di due milioni: la loro crescita numerica testimonia, sull'esempio di quanto è avvenuto da un decennio a questa parte negli Usa e in alcuni paesi europei, come stiano guadagnando sempre più credito e popolarità anche presso i nostri connazionali. Del loro gruppo fanno parte i roditori (cavia, criceto, scoiattolino striato, gerbillo, cincillà), il furetto e il coniglio nano: la taglia ridotta, lo scarso impegno gestionale e il carattere socievole li rendono degli eccellenti animali d'affezione, specie per i bambini.

Rettili, anfibi e pesci

I rettili e gli anfibi, chiamati anche animali da terrario, sono in Italia circa un milione: alcuni di loro, come le tartarughe, sono già diffusi da tempo, mentre per altri (iguane, serpenti, salamandre, rane) si stanno invece aprendo nuove prospettive, anche se il numero degli appassionati non è da noi così elevato come in altri Paesi. In ogni caso, si tratta di animali il cui allevamento non deve lasciare spazio all'improvvisazione, in quanto richiede approfondite conoscenze. Il numero dei pesci d'acquario è approssimativamente di una trentina di milioni. L'acquariologia è uno dei passatempi più seguiti nel mondo e l'offerta delle aziende del settore si è ormai talmente evoluta e specializzata, da rendere la realizzazione e la gestione di un acquario molto più semplici rispetto a pochi anni fa.

Un grosso successo stanno ottenendo anche i cosiddetti acquari olandesi, quelli cioè in cui vengono ospitate solo piante acquatiche.

1/10/2009

1/1/2000

I commenti dei lettori

mia figlia vive a stretto contatto con animali e gatti in particolare da quando è nata, non ha al momento (18 anni appena compiuti) nessun tipo di allergie. oggi molti pediatri e medici intelligenti e documentati si sono resi conto che il modo migliore per scongiurare queste allergie è proprio far vivere il bimbo con animali. non ci sono particolari accorgimenti se non quelli di normali igiene. inoltre la convivenza viene consigliata a chi ha figli particolarmente deboli proprio per aiutare a rafforzarne il sistema immunitario. inoltre è quasi impossibile oltre che scientificamente provato prendere la toxoplasmosi dal proprio gatto, in quanto il contagio dovrebbe avvenire, intanto da un gatto malato e un gatto che vive in casa è molto difficele che la contragga, e dovrebbe inoltre avvenire tramite l'ingestione di feci del gatto stesso. conosco poca gente che sia disposta a farlo:-p per cui godetevi i vostri animali con tranquillità ve ne rinvieranno al mille per mille. auguri a tutti

antonella (PA) 16/01/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Animali adatti ai bambini"

Animali in casa?
Animali in casa, si o no? Non vi sono controindicazioni, a patto che si seguano delle norme igieniche rigorose.
Un cane in casa
Tenere in casa un cane con un bambino neonato. I consigli del pediatra.
Le posso comprare un cane anche se è allergica?
Non è indicato per un bambino allergico tenere un cane in casa. Il pelo del gatto è ancora molto più allergizzante del pelo di cane.
Animali e bambini
Prendersi cura di animali offre un'esperienza di apprendimento senza pari per i bambini.
Bambini e animali domestici
Un animale domestico è uno stimolo per la crescita di ogni bambino. I consigli degli esperti sull'igiene da tenere in casa con un animale.
Allergia e cane in casa
A causa dell'allergia e asma di mia figlia, ci sconsigliano il cane in casa, ma noi non sappiamo cosa fare perché ormai è parte integrante della famiglia.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.
Nevo acromico
Il nevo acromico è una alterazione circoscritta, solitamente congenita, della pigmentazione che si identifica con una chiazza di ipopigmentazione.
Cos’è la logopedia e che cosa fa?
La logopedia ha lo scopo di migliorare le possibilità comunicative del bambino.
L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta