ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il tempo dell'infanzia

bambini nell'arte e nella cultura

Curiosità sulla culla

Alcune curiosità sull'oggetto che accompagna i sogni dei nostri bebè: la culla. Lo sapevi che nell'antica Roma si profumavano le culle? Leggi come.

a cura di: Dott.ssa Maria Antonietta Filipponio

Lo sapevi che:

  • nel dizionario di lingua italiana esiste ancora la parola "cuna" sinonimo di culla indicato come termine letterario o regionale 
  • in età romana accanto alla "cuna" vegliava la dea Cunina che allontanava gli spiriti maligni e assicurava sogni belli e sereni; allora colui o colei che per professione faceva dondolare la culla veniva chiamato cunarius o cunaria 
  • anche nel Rinascimento nelle case ricche e aristocratiche esisteva una serva che era pagata solamente per dondolare la culla e veniva chiamata cullatrice, ma anche in epoche più recenti si ha notizia di domestiche preposte a quella mansione, che dovevano avere tra i requisiti richiesti anche una dolce e bella voce 
  • le culle medievali italiane differiva da quelle francese da come erano messe la traversine di legno che consentivano di dondolare. Le francesi dondolavano lungo il lato corto, mentre le italiane lungo il lato lungo. In questo secondo caso la testa del bambino andava su e giù. Questo movimento era associato a quello dell'uccellino che "beccheggia" cioè che becca.
  • nell'antica Roma si stendeva uno strato di foglie di alloro e mirto sotto il bambino oppure si spargevano petali di fiori in modo da profumare le culle. 
  • nell'ottocento i materassi delle culle erano dei sacchi di tela imbottiti di crine di cavallo, di alghe marine, di paglia e di foglie di felce che rilasciano delicate e profumate fragranze. 
  • nella tradizione popolare la culla si trasmetteva da generazione in generazione e prima della nascita di un bambino non doveva essere preparata né dondolata. 
  • per allontanare il malocchio e le influenze malefiche la culla doveva essere dipinta con colori scaramantici come il rosso ed addobbata con oggetti di protezione come il corno, il fiocco, pezzi di ferro o di legno scuro come l'ebano oppure con immaginette di santi 
  • anche le coperte erano tinte con colori scaramantici come il rosso o il verde.

11/9/2009

6/10/2010

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Curiosità sulla culla"

Ore di sonno di un neonato
L'orario del sonno in un neonato normalmente è regolare, ma può succedere che decida di prolungare il sonno.
Il sonno e la culla nella storia
Il nostro percorso nel mondo dell'infanzia tocca altri argomenti importanti e delicati: il sonno e la culla.
Posizione nel sonno e morte improvvisa del lattante
Statisticamente la SIDS (morte improvvisa del lattante) capita più spesso in chi ha una posizione nel sonno sbagliata.
Attaccamento alla mamma e rifiuto dell'estraneo
Ha un forte attaccamento alla mamma. La mamma deve mediare le risposte emotive del suo bambino e ampliarne le esperienze verso l'esterno.
Sonnambulismo nei bambini
Le cause del sonnambulismo in un bambino. Come comportarsi con un bambino sonnambulo.
Niaprazina - Un farmaco per far dormire i bambini
La niaprazina è un farmaco per far dormire i bambini piccoli con problemi di sonno. Cosa consiglia la psicologa per risolvere la situazione.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Celiachia e infertilità
Esiste una relazione tra celiachia e problemi di infertilità. In particolare, alcuni casi di abortività ricorrente e ridotta crescita fetale.
Ingrossamento della ghiandola mammaria
L'ingrossamento della ghiandola mammaria può essere inquadrato nell'ambito del telarca precoce. Può essere presente fin dalla nascita.
Posizione nel sonno e morte improvvisa del lattante
Statisticamente la SIDS (morte improvvisa del lattante) capita più spesso in chi ha una posizione nel sonno sbagliata.
Centri antiveleni
I consigli di cosa fare in caso di avvelenamento o ingestione di tossici o caustici.
La timidezza del bambino
Per aiutare il bambini timido a superare certe situazioni di timidezza non bisogna forzare le tappe del suo sviluppo psicologico.

Quiz della settimana

Quando si può considerare definitivo il colore degli occhi in un lattante?
a 2-3 mesi di vita
a 4-5 mesi di vita
a 6-7 mesi di vita
a 11-12 mesi di vita