ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Bollicine rosse sulle guance

Presenta delle bollicine rosse sulle guance. Questo tipo di patologia non è connessa ad un quadro di allergia e si può quindi procedere alla reintroduzione graduale degli alimenti.

a cura di: Dott. Renato Sambugaro (allergologo pediatra)

Il mio bimbo ha quasi due mesi e sin dai primi giorni di vita ha presentato delle bollicine rosse sulle guance di cui alcune con una puntina bianca. La pediatra, parlandomi di seborrea, mi ha chiesto se il bimbo avesse familiarità  per allergie e mi ha detto di eliminare il latte vaccino e i derivati dalla mia dieta. Effettivamente il problema si è risolto ed ora è rimasto solo un po' di "ruvido" sulle guance. Da quello che leggo, però, capisco che non c'è correlazione tra la dermatite seborroica, l'allergia e l'alimentazione della madre e che il problema potrebbe essere stato causato più dal caldo e dal sudore. Pensate che possa riprendere a mangiare normalmente?

Il quadro da lei descritto è tipico della cute facciale del neonato ed è rappresentato dai mili. Si tratta di piccole vescicole bianche, madreperlacee della grandezza e prominenza di una capocchia di spillo dovute a ritenzione sebacea, disposte soprattutto sul naso e sulle guance. La loro massima intensità si ha nella seconda settimana di vita, scomparendo di solito entro il secondo mese.

Questo tipo di patologia non è connessa ad un quadro di allergia e quindi escludere alimenti importanti nella dieta del bambino mi sembra eccessivo. Ritengo utile una reintroduzione graduale degli alimenti  eliminati e, solo qualora l'assunzione di qualche cibo dovesse provocare una reazione cutanea più evidente, con reazione eczematosa e pruriginosa ad esempio, valuterei l'esclusione dalla dieta.

6/10/2010

26/10/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Bollicine rosse sulle guance"

Dermatite atopica nei bambini
La dermatite atopica (o eczema) è una malattia dei bambini, caratterizzata da pelle secca e prurito.
Dermatite atopica: da quando va in piscina è peggiorata
La piscina può far peggiorare la dermatite atopica? L'acqua fa bene, ma il cloro può essere irritante.
Macchie su braccia, schiena e torace
Ha cominciato ad avere macchie su braccia, schiena e torace. Sarà intollerante ai latticini?
Ha predisposzione allergica
E' opportuno posticipare l'introduzione dei latticini?
Frequenta le terme per curare la dermatite atopica
Porto il bambino alle terme per curare la dermatite atopica. Ho visto un buon risultato.
Svezzamento in un bambino allergico
Quali suggerimenti per lo svezzamento di un bambino allergico? I consigli del Pediatra.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Citomegalovirus in gravidanza
Il Citomegalovirus è un virus della famiglia degli Herpes. In gravidanza, il Citomegalovirus può causare parecchi problemi.
Congiuntivite virale
Da cosa è provocata la congiuntivite virale? Le precauzioni per evitare il contagio.
Latte HA o ipoallergenico
Come si può determinare se un neonato ha bisogno di un latte ipoallergenico? I consigli del Pediatra.
Come si raccolgono le urine per l'urinocoltura?
Per avere risultati attendibili nell'esame delle urine è necessario rispettare alcune regole nella raccolta.
Il bambino che morde
Dopo l'anno di età il bambino morde per scoprire quello che lo circonda. Dopo i due-tre anni diventa un modo per esprimere rabbia e intimidire i coetanei.

Quiz della settimana

Con che frequenza compaiono i cosiddetti "dolori di crescita" nei bambini sani?
2-3%
5-10%
10-20%
20-30%