ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Dice sempre no

Mio figlio di due anni risponde sempre di "no". E’ importante evitare situazioni che possono provocare ostinazione, evitando di fargli fare qualcosa che non sia importante per lui.

a cura di: Dott. Massimo Sidoti (psicopedagogista della redazione di www.exducere.com)

Ho un bimbo di due anni e da un paio di mesi ormai continua a rispondere "no" a qualsiasi cosa gli venga chiesto. Per farvi un esempio, se é andato a trovare i nonni, dietro esplicita domanda di verifica se li é andati a trovare la sua risposta é no. Questo atteggiamento poi si collega anche a un suo rifiuto della presenza di persone che comunque ama e che trascorrono molto tempo con lui, esempio sua nonna. Non appena la vede al mattino le dice "No, non ti voglio, vai via". Lo stesso atteggiamento poi lo mostra anche con noi genitori al rientro dal lavoro. Mi potete consigliare per cortesia su come ci dobbiamo comportare? Dobbiamo contraddirlo o non commentare le sue negazioni?

Molto probabilmente il bambino sente che può affermare la propria personalità soltanto dimostrandosi difficile e testardo… Occorre che lei gli lasci sufficiente libertà di scelta, deve eseguire le cose da solo.

E’ importantissimo evitare situazioni che possono provocare ostinazione, evitando di fargli fare qualcosa che non sia importante per lui, quindi non forzare la sua resistenza. Bisogna farlo agire di testa sua senza dare molto importanza a ciò che esegue.

Ma quando serve occorre essere rigidi malgrado i sui capricci. Gli farei capire che sono sempre ben disposto ad accettare motivi validi ed interessanti ma senza capricci. Lasciandogli la possibilità di scegliere ed agire per conto suo.

Dopo tutto, come potrebbero svilupparsi più tardi il coraggio e l’indipendenza nella vita, se nei primi anni egli non cercasse di imporre la propria personalità? Occorre un po’ di tempo prima che il bambino possa scoprire che ci sono altri modi di affermarsi senza assumere atteggiamenti di sfida.

È una questione di apprendimento e di esperienza. Darei un grande aiuto al bambino se alla risposta “non voglio vedere la nonna” gli dicessi "adesso non vuoi vedere la nonna…. Bene… forse lo farai tra qualche minuto oppure… forse lo farai più tardi....". Gli darei il tempo di metabolizzare la sua indolenza.

5/4/2011

26/6/2015

I commenti dei lettori

Mia figlia ha 19 mesi..ha sempre avuto un bel "caratterino", ma da qualche giorno ci sta facendo disperare. Ha avuto per qualche giorno la febbre, (passata fortunatamente senza antibiotico) ed è stata coccolata un pò più del solito, anche perchè era totalmente innapetente e molto debole. Anche dopo essersi ripresa, però, è rimasta molto suscettibile e fa capricci spesso immotivati (es:gioca tranquillamente, le sorridi e lei butta tutto a terra e urla); se deve far qualcosa che non ha voglia di fare, come cambiarsi, arriva a dare schiaffi a chi la prende in braccio e non vuole nemmeno mangiare più da sola, nonostante fosse in grado di farlo già da un pò.... il momento del pasto è diventato una tragedia. Noi le abbiamo sempre dato regole precise e semplici, senza accondiscendere ai suoi capricci. Ora non sappiamo come comportarci. Da cosa può essere dato questo cambiamento improvviso?

Camy 31/12/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Dice sempre no"

Aggressività
Gli impulsi di aggressività nel bambino di 3-4 anni (episodi violenti) sono molto frequenti.
Fa la lagna
A quattro anni e mezzo, mio figlio "fa la lagna" quando vuole qualcosa. Come aiutarlo a risolvere questa situazione.
I capricci dei bambini
Perché un bambino fa i capricci? Consigli per evitare che un bambino capriccioso cresca viziato.
Inizia a fare i capricci
Il mio bambino di 17 mesi ha cominciato a fare i capricci. Come comportarsi? I consigli della psicologa.
Aggressività nel bambino piccolo
A dieci mesi non esiste aggressività: sono "prove tecniche" di relazioni con gli altri, basta guidarle nel modo giusto.
Capricci in un bambino di 17 mesi
Da qualche giorno il mio bambino di 17 mesi ha iniziato a fare i capricci. I consigli per gestire questi comportamenti.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Beclometasone dipropionato
Il principio farmacologico denominato beclometasone dipropionato appartiene alla classe dei farmaci corticosteroidi topici per uso inalatorio.
È troppo attaccata alla mamma
Il distacco dalla mamma è sempre un problema per ogni bambino. Ecco i consigli su come affrontare questo passaggio della vita.
Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta