ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Bendaggio occlusivo

Le è stata diagnosticata l'ambliopia e le hanno consigliato il bendaggio occlusivo. Per quanto tempo dovrà portare il cerotto opaco?

a cura di: Dott Salvatore Capobianco (oculista)

A mia figlia di due anni e mezzo è appena stata diagnosticata l'ambliopia e mi è stato consigliato il bendaggio occlusivo. Aldilà dei problemi di accettazione alla terapia da parte di mia figlia, ella ha subito manifestato eritema da benda tanto da impedirmi di riapplicarla (se non volevo ledere la cute); quindi ho iniziato con occhiali a cui applico del cerotto opaco. Volevo sapere se tale terapia può avere gli stessi risultati di una benda occlusiva, perché lei sbircia e spesso se li toglie.... è un continuo richiamarla. Quanto tempo generalmente dura questo tipo di terapia? Per favore non rispondetemi dipende dal bambino. Via internet ho trovato siti che sconsigliano la terapia occlusiva perché andrebbe a ledere l'occhio sano ma parlano di una terapia a base di esercizi ortottici. Che ne pensate?

[N.d.R.: l’ambliopia, nota anche come “occhio pigro”, è una diminuita capacità visiva di uno o di entrambi gli occhi, determinata dalla presenza di un ostacolo ad una adeguata stimolazione dell'apparato visivo, come può essere uno strabismo, un'ipermetropia, una cataratta congenita, o una miopia elevata in un occhio con l'altro integro]. Per poter ottenere qualche risultato dalla terapia occlusiva è necessario che questa sia fatta costantemente ed in maniera corretta (non permettendo in alcun modo la visione all'occhio da penalizzare). In sostituzione dei classici cerotti (Opticlude, Ortopad, ecc) è possibile utilizzare delle normali bende oftalmiche ben apposte (sempre sulla cute e mai sugli occhiali), eventualmente con cerotto carta anallergico. La terapia occlusiva va sempre effettuata sotto stretto controllo da parte dello specialista e non è assolutamente sostituibile con alcun esercizio ortottico.

30/10/2000

19/5/2016

I commenti dei lettori

Come convincere mio figlio di 2 anni e mezzo a mettere e soprattutto non cercare di togliere la benda occlusiva prescritta da ortottista per una durata di 2 ore al giorno per 6 mesi? Mio figlio soffre di un lieve strabismo divergente dell'occhio sinistro che si manifesta quando lo stesso osserva elementi distanti più di 1 metro circa. a dire il vero io e mia moglie ci siamo accorti del difetto già da quando il bimbo aveva circa 1 anno, ma lo stesso in quanto saltuario e non evidente non è stato notato nelle molteplici visite a cui abbiamo portato il bimbo. il visus rilevato dal medico risulta regolare. Grazie per la cortese risposta. Umberto

umberto (SP) 24/01/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Bendaggio occlusivo"

Strabismo e febbre
Lo strabismo come conseguenza di episodi febbrili è solitamente dovuto ad una paralisi benigna del sesto nervo oculomotore o nervo abducente.
Vero e falso in oculistica
Una serie di risposte flash a domande frequenti in oculistica.
Strabismo convergente transitorio
Mia figlia di otto anni presenta uno strabismo convergente transitorio. Ci hanno detto che potrebbe essere operata a 14 anni.
Ambliopia e allattamento
La diagnosi di ambliopia è difficile prima dei tre anni. Per quanto riguarda l'allattamento è necessario conoscere le cause.
Curare l'ambliopia con l'occlusione
Il metodo riconosciuto per curare l'ambliopia è tramite l'occlusione. Lo scopo è costringere il piccolo a risvegliare l'occhio pigro.
Uso dell'occlusore per correggere l'occhio pigro
Prima il trattamento viene iniziato, più rapidamente si recupera l'ambliopia - occhio pigro.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Alimentazione dopo l'anno di vita
Dopo il primo anno, l'alimentazione sarà quasi uguale a quella di un adulto. E' importante che segua una dieta completa e varia.
Dolori alle articolazioni e alla schiena in gravidanza
Durante tutta la gravidanza può capitare di avvertire dei dolori articolazioni e alla schiena.
Macchie mongoliche
Le macchie mongoliche sono lesioni maculari congenite determinate dalla presenza in eccesso nel derma.
Aerofagia
Per evitare l'aerofagia nel lattante è bene utilizzare prodotti a base essenzialmente di finocchio, anice verde, melissa e camomilla.
Gli è stato diagnosticato un reflusso vescico-ureterale
La correzione del reflusso vescico-ureterale può essere chirurgica. La tecnica più frequentemente adottata è quella di Cohen.

Quiz della settimana

Che cosa è il miocardio?
Un osso
Una arteria
Un muscolo
Un nervo