ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Candida

La Candida albicans è un fungo che si trova normalmente sulla pelle ma che può dare problemi.

a cura di: Dott. Giuseppe Varrasi (pediatra)

La nostra bambina di 40 giorni ha contratto la candida alle mucose orali. Dato che la madre presenta, al seno, prurito e piccole puntellature rossastre, può averla contratta anche lei?

La Candida albicans è un micete (fungo) non cheratinofilo, cioè che non è in grado di superare la barriera dello strato corneo della pelle. Per questo motivo si localizza essenzialmente a livello delle mucose (dove lo strato corneo non c'è) o nei distretti in cui la barriera della pelle è danneggiata (umidità, macerazione) o approfitta di una debilitazione indotta da altre cause (deficit immunologici, gravidanza, età neonatale, antibiotici, contraccettivi, farmaci antitumorali, ecc.).

Le sedi tipiche nel soggetto normalmente sano sono: le mucose (mughetto al cavo orale, vagina, glande, mucosa perianale) le pieghe umide (dermatite da pannolino, angolo della bocca, tessuto intorno all'unghia, spazi interdigitali).

L'aspetto delle lesioni varia a seconda della sede: il mughetto appare come una muffa bianca, facilmente asportabile, localizzata in bocca sulla guancia, sulle gengive o a volte sulla lingua; l'intertrigine (dermatite delle pieghe, fra cui la dermatite da pannolino) appare come una chiazza rossa rilevata, magari con la pelle sollevata o rotta, ai cui margini si notano piccole papule staccate.

La terapia è usualmente agevole, utilizzando creme o gel a base di antimicotici. Nel caso dei mughetto, oltre ad applicare il gel in bocca al bambino, occorre far bollire succhiotti e tettarelle e medicare anche il seno della mamma (pomata antimicotica, lavare con saponi acidi e asciugare accuratamente).

1/12/1996

30/7/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Candida"

Perdite vaginali
Quali possono essere le cause delle perdite vaginali in una bambina di cinque anni? I consigli del pediatra.
Arrossamenti ai genitali nelle bambine
L'irritazione vulvovaginale rappresenta il problema ginecologico più comune dell'infanzia e dell'adolescenza.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Antibiotico e dermatite da pannolino
La terapia antibiotica può determinare problemi intestinali e provocare la dermatite da pannolino.
Il mughetto
Cosa fare se compare il mughetto? La Candida è presente comunemente nel cavo orale, ma dopo una malattia o nel neonato può diventare mughetto.
Vulvovaginite
L'irritazione vulvovaginale deriva dalla mancanza dei cuscinetti adiposi labiali e dei peli pubici che proteggono i genitali esterni.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Il ciuccio per il neonato
Il ciuccio può essere utile per tranquillizzare il neonato, anche se, soprattutto nelle prime settimane, potrebbe ostacolare l'allattamento al seno.
Mandarlo in una scuola all'estero
E' piccolo: una scuola all'estero lo farebbe crescere bilingue, ma la famiglia sarebbe costretta a dividersi.
Sindrome di Prader-Willy
La sindrome di Prader-Willy è una malattia complessa la cui incidenza è stimata di circa 1: 10000-25000 nati con una prevalenza dei maschi sulle femmine (2:1).
Allattamento al seno: consigli alla mamma che allatta
I consigli degli esperti di Pediatria On Line alla mamma che allatta al seno.
Calcolo del peso fetale
Come si calcola il peso fetale durante i 9 mesi della gravidanza? I consigli degli esperti.

Quiz della settimana

A che cosa serve la vitamina K?
Ha un'azione anti-ossidante
Aiuta l'organismo a difendersi dalle infezioni
Favorisce la trasmissione degli impulsi nervosi
Ha un'azione antiemorragica