ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

approfondire insieme al Pediatra

Come si prepara una sospensione

La sospensione è il modo classico di presentare un antibiotico ai bambini: polvere da sciogliere con acqua. Vediamo il modo corretto di prepararla.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Molti antibiotici per i bambini sono preparati come sospensione, cioè la confezione contiene solo della polvere con la medicina (che così si conserva a lungo), che per essere utilizzata viene diluita con acqua nelle giuste proporzioni. Diverso è lo sciroppo, che è una soluzione zuccherata già pronta per l'uso. Preparare in modo corretto una sospensione è fondamentale, perché un errore nella diluizione può compromettere il risultato della cura.

  • Innanzi tutto occorre agitare il flacone per favorire la dispersione della polvere.
  • Successivamente si prepara la sospensione aggiungendo acqua al contenuto del flacone, fino alla tacca presente sul flacone stesso oppure utilizzando l'apposito dosatore annesso alla confezione, riempito fino al segno impresso.
  • In seguito si agita bene il flacone per ottenere un liquido omogeneo. In alcuni casi la preparazione della sospensione avviene con contrazione di volume per cui è necessario aggiungere ancora acqua fino a riportare il livello della soluzione al segno impresso sul flacone.
  • Infine il prodotto va somministrato utilizzando il misurino o il cucchiaino dosatore o la siringa annessi alla confezione, secondo le dosi prescritte dal medico.

La sospensione, conservata in frigorifero, rimane stabile per un periodo variabile dai 7 ai 14 giorni, a secondo del tipo di antibiotico. Il flacone va sempre energicamente agitato prima di ogni somministrazione.

1/1/1997

16/8/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Come si prepara una sospensione"

A quattro mesi ha già fatto tre cicli di antibiotico
Come possiamo aiutarla ad espellere il catarro? Ci sono in commercio gocce per liberare meglio il nasino?
Eczema atopico infetto
L'eczema atopico infetto non è una malattia contagiosa. E' una complicazione della dermatite atopica. Le cure e la terapia.
L'antibiotico non ha funzionato
L'antibiotico non ha funzionato. Quali sono le possibili spiegazioni?
Dare spesso l'antibiotico
Una mamma scrive di avere paura di avere usato troppo spesso l'antibiotico. Cosa consiglia il pediatra.
Otiti ricorrenti
Le otiti sono infezioni acute dell'orecchio che possono essere ricorrenti nei bambini piccoli.
Otiti ricorrenti: prevenzione
Se il bambino fa otiti ricorrenti, si possono applicare diversi metodi di prevenzione: antibiotici, togliere le adenoidi, mettere un drenaggio.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Contraccezione durante l'allattamento
La contraccezione durante l'allattamento è necessaria se si desidera evitare una nuova gravidanza a pochi mesi dal parto.
Diagnosi prenatale invasiva
Le tecniche invasive di diagnosi prenatale servono per diagnosticare eventuali malformazioni fetali all'inizio della gravidanza.
Ho una figlia di due anni con il piede varo
Il piede varo è un problema che si manifesta nei primi mesi di vita e tende ad aggravarsi nel tempo, se non è curato.
Il significato dei "No" nei primi mesi di vita
E' bene fargli comprendere sin dai primi mesi di vita il significato dei "No"? I consigli della psicologa.
Le vaccinazioni nel neonato
Per avere informazioni precise sul “calendario vaccinale” del neonato è oppurtuno rivolgersi al pediatra o al centro vaccinale della vostra zona.

Quiz della settimana

Quale fra le seguenti affermazioni sulle caratteristiche del latte materno è più corretta?
Il latte materno ha caratteristiche nutritive che variano durante le varie ore della giornata
Il latte materno normalmente non ha necessità di essere analizzato in laboratorio
Il latte materno ha una composizione che varia durante la poppata
Tutte le precedenti risposte sono esatte