ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Intervento chirurgico per fimosi

Per la fimosi vera e propria l'intervento chirurgico consiste nell'eseguire una "plastica" per allargare la parte ristretta (prepuzio-plastica dorsale secondo Duhamel).

a cura di: Dott. Alfio Di Benedetto (chirurgo)

E' stato diagnosticata dal pediatra, a mio figlio di 14 mesi, una fimosi. Avendo già da tempo notato degli arrossamenti, chiedo a voi se è il caso di sottoporre mio figlio subito all'operazione. Oppure bisogna aspettare che abbia compiuto due-tre anni? E' un'operazione rischiosa? Quanto tempo di degenza in ospedale si fa?

FimosiPer fimosi si intende un restringimento patologico del prepuzio (la pelle che ricopre la parte terminale del pene), che determina l'impossibilità a scoprire il glande. Le aderenze balano-prepuziali determinano anch'esse l'impossibilità a scoprire il glande soltanto perché la parte interna del prepuzio risulta adesa al glande stesso. A volte tale situazione clinica può essere confusa. Le aderenze balano-prepuziali sono fisiologiche nel neonato, il quale provvederà da solo a "staccare" le aderenze (soprattutto con le erezioni). A volte traspaiono attraverso tali aderenze degli accumuli biancastri; si tratta di depositi di smegma, cioè di secrezioni fisiologiche prodotte da alcune ghiandole poste alla base del glande (chiamato solco balano-prepuziale).

Occasionalmente tali secrezioni (che possono essere presenti anche nelle fimosi "vere") possono rappresentare un terreno di coltura ideale per alcuni tipi di batteri, determinando delle infezioni chiamate "balano-postiti" con edema ed arrossamento del pene, minzione dolorosa e fuoriuscita di pus attraverso il prepuzio. Raramente è necessario operare un bambino di fimosi sotto i due anni di età e solamente quando presenta un restringimento talmente marcato da impedire la normale fuoriuscita di pipì (questa, a volte, può gonfiare il prepuzio come un palloncino e fuoriuscire goccia a goccia). Le aderenze balano-prepuziali possono essere trattate con applicazione di pomata cortisonica per un mese associata a ginnastica del prepuzio. Per la fimosi vera e propria l'intervento chirurgico consiste nell'eseguire una "plastica" per allargare la parte ristretta (prepuzio-plastica dorsale secondo Duhamel).

La circoncisione non viene eseguita se non per motivi rituali (previo consenso da parte del chirurgo) o per alcune patologie dermatologiche (lichen sclero-atrofico). Un altro intervento chiamato "postectomia", consiste nel rimuovere solo la parte interna del prepuzio lasciando intatta la pelle ed è indicata nei casi in cui il prepuzio assume la forma di una piccola proboscide. Tutti questi tipi di interventi vengono eseguiti in regime di day-hospital mediante una particolare anestesia totale (come sempre nei bambini) che consiste in una sedazione profonda ottenuta facendo respirare al bambino del gas anestetico e praticando successivamente un’infiltrazione locale di anestetico locale (tecnicamente chiamato blocco penieno). Per una settimana dopo l'intervento viene applicata una pomata di antibiotico-antiinfiammatorio-anestetico per ridurre al minimo i fastidi legati al bruciore dopo la minzione (possibili nelle prime 24 ore).

21/7/2000

19/3/2016

I commenti dei lettori

Vedo che non sono l'unica mamma con tanti dubbi al riguardo! Premetto che mio marito ha avuto un problema di fimosi da piccolo e si è dovuto sottoporre ad un doloroso intervento chirurgico all'età di 12 anni, cosa che vorrei evitare al mio bimbo di 2 anni e mezzo. Avendo notato che il suo prepuzio non è solo stretto, ma anche piuttosto lungo (quasi 2 cm oltre il glande) e un po' curvo, sono intervenuta dolcemente e con l'aiuto di creme specifiche e sono riuscita ad aprirlo senza grossi problemi. Ora, da alcuni mesi, glielo apro bene mattina e sera mentre lo lavo con acqua corrente e sapone di marsiglia. Lui non è molto d'accordo quando lo faccio ed io non so davvero come comportarmi, lungi da me dal fargli del male! Tra l'altro, quando lo scopro, il glande viene leggermente strozzato (ma non molto) dalla pelle che però poi torna subito a posto. Per favore datemi un consiglio!

Silvia (RM) 23/06/2011

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Intervento chirurgico per fimosi"

Bisogna tirare indietro la pelle del pisellino?
La cura del pisellino. Non va eseguita alcuna manovra traumatica per risolvere la fimosi del neonato perchè si risolve spontaneamente nel tempo.
Cisti smegmatiche
Le cisti smegmatiche sono piccole sacche di grasso sotto la pelle del prepuzio che si risolvono da sole.
Fimosi
La fimosi consiste nella presenza di un prepuzio troppo stretto, che per questa ragione non riesce a scorrere sul glande fino a scoprirlo.
Balanopostite
La balanopostite è una infiammazione del glande (balano) e del prepuzio (poste).
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Aumento di peso in gravidanza
L'aumento di peso nell'arco dell'intera gravidanza normalmente si aggira tra i 7 e i 14 kg complessivi.
Calo di peso nel neonato
Il calo di peso è normale nei primi giorni di vita del neonato. Si considera normale che un neonato a termine recuperi il peso della nascita entro 8-10 giorni.
Servono le lenti progressive nella miopia?
Non esiste nessuna evidenza scientifica che la lente Varifocale o progressiva sia utile nella gestione della miopia.
Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Beclometasone dipropionato
Il principio farmacologico denominato beclometasone dipropionato appartiene alla classe dei farmaci corticosteroidi topici per uso inalatorio.

Quiz della settimana

Che cosa e' il meconio?
Una secrezione densa emessa dalla bocca del neonato al momento della nascita
Una sostanza emessa dall'intestino del neonato
Una sostanza vischiosa proveniente dal naso del neonato
Nessuna delle risposte corretta