ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Linfangioma del labbro

Il linfangioma regredisce con difficoltà spontaneamente, per quanto possa subire alternanti escursioni di volume è opportuno valutare l'intervento chirurgico.

a cura di: Dott. Fabio Arcangeli (dermatologo)

Dopo varie ipotesi a mio figlio di 11 mesi è stato diagnosticato con risonanza magnetica un linfangioma di circa 2x1 cm che parte dal labbro superiore sinistro e si estende verso l'angolo tra il naso e la guancia. Tale angioma crea prima di tutto una asimmetria della guancia e determina anche lo spostamento verso il basso del lato sinistro del labbro superiore. Alcuni pediatri mi hanno consigliato di operare, altri mi dicono di attendere perché andrà a regredire. Cosa mi consigliate di fare?

Se si tratta veramente di un linfangioma è piuttosto improbabile che possa regredire spontaneamente, per quanto possa subire alternanti escursioni di volume. In questo caso, o prima o poi, andrebbe considerata l'opportunità di un suo trattamento chirurgico, per quanto non siano insolite le recidive.

Se si tratta invece di un emangioma (cioè di una massa vascolare capillare senza componente linfatica), altrettanto verosimile, poiché la diagnostica per immagine non riesce a proporre una attendibile distinzione fra i due tipi di lesioni (e sarebbe a tal proposito utile non solo vedere la lesione, ma anche sapere se si è accresciuta nei primi mesi di vita), la sua evoluzione futura potrebbe facilmente essere orientata verso una involuzione spontanea anche se lenta. Se questa fosse la diagnosi certo converrebbe attendere, a meno che non vi fossero limitazioni funzionali importanti.

1/4/1999

8/7/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Linfangioma del labbro"

Labbro leporino
Il labbro leporino è una malformazione congenita con divisione del labbro superiore (labioschisi); si associa a mancata saldatura della mascella (palatoschisi).
Non muove bene la bocca
Per effetto dell’ipoplasia un angolo della bocca non si abbassa. Si tratta di un’anomalia congenita piuttosto frequente nel neonato.
Angioma al labbro
Problemi estetici e funzionali. Normalmente, rappresenta un problema solamente estetico e l'orientamento attuale è quello di attendere la regressione spontanea.
Angioma a stella
L'angioma stellare è una lesione cutanea di colore rosso vivo costituita da un'arteriola centrale con ramificazioni periferiche raggiate.
L'angioma
L'angioma è una macchia della pelle, dovute ad una dilatazione dei capillari sanguigni, chiamati anche con il termine popolare di "voglie".
Sindrome di Kasabach-Merrit
La sindrome di Kasabach-Merrit è una patologia molto rara in cui si verifica una riduzione del numero delle piastrine nel sangue.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Ha le piccole labbra attaccate
Mia figlia ha le piccole labbra con molte aderenze, tanto da essere quasi completamente attaccate.
I cereali nell'alimentazione del bambino
I cereali (frumento, mais, riso, orzo, avena, segale) nell'alimentazione del bambino rappresentano una buona fonte di energia.
Il corredino del neonato: in ospedale
Come e quando preparare la valigia con l'indispensabile da portare in ospedale per la mamma e il corredino per il neonato.
Antibiotico e dermatite da pannolino
La terapia antibiotica può determinare problemi intestinali e provocare la dermatite da pannolino.
Briglie amniotiche
Le briglie amniotiche sono causate da una rottura precoce dell’amnios (il sacco amniotico) forse a seguito di traumi.

Quiz della settimana

A che cosa serve la vitamina C?
Ha un'azione anti-ossidante
Favorisce l'assorbimento del ferro
Serve per produrre una sostanza chiamata collagene
Tutte le risposte sono esatte