ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Mononucleosi infettiva

La mononucleosi infettiva è causata dal virus di Epstein-Barr (EBV) e si presenta con tonsille e linfonodi ingrossati.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

A mio figlio Simone di due anni e mezzo, dopo che nell'ultimo mese si era ammalato tre volte, più o meno con gli stessi sintomi (febbre alta, placche in gola ecc.), il pediatra ha consigliato di effettuare anche delle analisi del sangue ed infatti c'è stato un riscontro positivo alla mononucleosi.

La mononucleosi infettiva è causata dal virus di Epstein-Barr (EBV), appartenente alla famiglia degli Herpes virus. Si verifica solo raramente nella prima infanzia mentre ha la massima incidenza nell'adolescenza e negli adulti. I contatti intimi tra persone rappresentano la modalità di trasmissione del virus: è chiamata, infatti, "malattia del bacio" o "malattia dei college". La contagiosità della mononucleosi, anche nell'ambito della famiglia, è di conseguenza scarsa. Il periodo di incubazione dura approssimativamente dai 30 ai 50 giorni nell'adulto e dai 10 ai 15 giorni nel bambino.

La malattia clinica si verifica in circa un terzo dei casi: in altre parole la maggioranza di coloro che sono venuti a contatto con il virus di Epstein-Barr non manifestano i sintomi clinici della mononucleosi che, particolarmente nel bambino, si esprime spesso come una malattia assolutamente banale e aspecifica. Di solito si ha un esordio graduale caratterizzato da malessere generale e febbre che raggiunge valori di 39°C.

Può comparire mal di gola che tende ad aggravarsi, determinando un ingrossamento del collo e la formazione di un essudato biancastro o grigiastro sulle tonsille e sulla faringe. Si verifica un ingrossamento dei linfonodi generalizzato, con interessamento in particolare dei linfonodi latero-cervicali. È tipico l'ingrandimento del fegato e della milza, solitamente dopo la prima settimana dalla comparsa dei sintomi. È possibile la comparsa di un'eruzione cutanea di tipo morbilliforme, scarlattiniforme o petecchiale.

Un'infezione secondaria della gola da streptococco beta-emolitico di gruppo A rappresenta la complicanza più comune. La terapia è solo sintomatica e prevede, oltre al riposo, l'uso di antipiretici, di anti-infiammatori e di collutori. La mononucleosi infettiva di solito ha un decorso di 10-20 giorni. La prognosi è eccellente nella maggior parte dei casi. Non vengono consigliate particolari misure profilattiche; l'isolamento dei pazienti, per la scarsa diffusibilità del virus, non è necessario.

1/1/1997

14/2/2015

I commenti dei lettori

ho hatto gli esami per la mononucleosi referto anti epstein barr ab anti-vca (igv )< 10 ab anti-ebna (igG) 500

giusy (MI) 28/10/2010

Salve sono Lara la mamma di Mirko  un bimbo di 30 mesi e dopo due mesi di febbre e antibiotici sbagliati finalmente la pediatra mi ha fatto fare gli esami e mio figlio ha avuto la mononucleosi con conseguenza di lifnondi ingrossati e con la complicanza di un'infezione secondaria della gola da streptococco beta-emolitico di gruppo A. Ha preso per 10 giorni il claluvin adesso sono passati 5 giorni da quando ha smesso l'antibiotico e ha di nuovo la febbre e i linfonodi ingrossati, che devo fare ?



Lara (MI) 22/06/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Mononucleosi infettiva"

I linfonodi ingrossati
I linfonodi ingrossati possono essere un segno di mononucleosi infettiva, una malattia in cui il sistema linfatico.
Fegato e milza ingrossati
Quando fegato e milza sono ingrossati si parla di epatosplenomegalia. Le cause di epatosplenomegalia sono le più varie.
Sindrome di Duncan
La sindrome di Duncan o sindrome linfoproliferativa legata al cromosoma X. E' una rara malattia congenita del sistema immunitario.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Come si raccolgono le urine per l'urinocoltura?
Per avere risultati attendibili nell'esame delle urine è necessario rispettare alcune regole nella raccolta.
Il bambino che morde
Dopo l'anno di età il bambino morde per scoprire quello che lo circonda. Dopo i due-tre anni diventa un modo per esprimere rabbia e intimidire i coetanei.
Un apparecchio per il controllo del respiro del neonato
L'apparecchio per il controllo del respiro del neonato purtroppo non assolve l'obbiettivo ovvero non suona quando a volte un bambino presenta un'apnea.
Epitelioma calcifico di Malherbe
L'Epitelioma calcifico di Malherbe è una rara lesione della pelle. Va rimossa chirurgicamente.
Ipoglicemia neonatale
L'ipoglicemia è un'evenienza frequente nel periodo neonatale. Un calo di zucchero è più frequente nei prematuri.

Quiz della settimana

Con che frequenza compaiono i cosiddetti "dolori di crescita" nei bambini sani?
2-3%
5-10%
10-20%
20-30%