ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Schede di Pediatria per Famiglie

per la salute del tuo bambino

I pidocchi

I pidocchi sono piccoli insetti grigio-biancastri, che parassitano il corpo umano, cibandosi del sangue. Informazioni per sconfiggere i pidocchi. Come ci si contagia e come ci si cura.

a cura di: Dott. Gianni Caso (pediatra), Dott.ssa Annamaria Marengoni (pediatra), Dott. Leo Venturelli (pediatra)

Che cosa sono i pidocchi

I pidocchi sono piccoli insetti grigio-biancastri, che parassitano il corpo umano, cibandosi del sangue. Di solito vivono abbarbicati sui capelli e pungendo il cuoio capelluto depositano un liquido che provoca prurito. Si riproducono attraverso le uova che si chiamano lendini. La femmina del pidocchio vive 3 settimane e depone circa 300 uova. Le lendini sono attaccate tenacemente al capello, specialmente all'altezza della nuca e sopra e dietro le orecchie.

Come ci si contagia

Il passaggio del pidocchio da una testa all'altra può avvenire sia per contatto diretto che indiretto (scambio di pettini, cappelli, salviette, sciarpe, cuscini, ecc.). L'infezione non è indice di cattiva igiene.

I pidocchi: i consigli del pediatra

Come si manifestano i pidocchi

L'infestazione da pidocchi (pediculosi) si manifesta con un intenso prurito al capo. Se si guarda attentamente tra i capelli vicino al cuoio capelluto, all'altezza della nuca o dietro le orecchie si vedono le lendini che sembrano puntini bianchi o marrone chiaro. Sono di forma allungata, traslucidi, poco più piccoli di una capocchia di spillo.
Attenzione! Non bisogna confonderle con la forfora o la seborrea, facilmente asportabili. Le lendini sono tenacemente attaccate al capello da una particolare sostanza adesiva.

Come si curano i pidocchi

Un trattamento scrupoloso risolve facilmente il problema, anche se non garantisce future reinfestazioni dato che nessun prodotto ha effetto preventivo:

  • cospargere i capelli con polvere aspersoria a base di carbaril e tenere avvolto il capo in una cuffia per una notte;
  • in alternativa esistono prodotti a base di malathion o dipernetrina: si applicano sulla capigliatura asciutta e si lasciano per una decina di minuti;
  • in alternativa ancora, adesso esistono preparati a base di olio vegetale (che uccidono i pidocchi per soffocamento e non hanno tossicità per l'organismo)
  • lavare i capelli con uno shampoo specifico e risciacquare con aceto (l00 gr in 1 litro di acqua calda);
  • sfilare tutte le lendini rimaste o manualmente o utilizzando un pettine a denti molto fitti, pettinando accuratamente ciocca per ciocca partendo dalla radice del capello;
  • ripetere il trattamento completo dopo 8 giorni;
  • per la localizzazione alle ciglia e sopracciglia è necessario effettuare per parecchi giorni applicazioni locali di pomata all'ossido giallo di mercurio all'1%;
  • disinfettare le lenzuola e gli abiti, che vanno lavati in acqua calda oppure a secco (soprattutto i cappelli), oppure lasciati all'aria aperta per 48 ore (i pidocchi lontano dal cuoio capelluto muoiono);
  • lasciare all'aria aperta per almeno 48 ore anche alcuni effetti personali, come i pupazzi di pezza;
  • lavare accuratamente pettini e spazzole.

Come evitare la trasmissione della pediculosi

  • evitare di prestare e scambiare oggetti personali (pettini, sciarpe, cappelli, spazzole, nastri, salviette, ecc.)
  • evitare di ammucchiare capi di vestiario (chiedere che a scuola, in piscina e in palestra siano assegnati armadietti personali)
  • controllare accuratamente i capelli una volta alla settimana (soprattutto da agosto a novembre) specialmente a livello della nuca, e dietro le orecchie per accertarsi che non ci siano lendini
  • controllare con molta attenzione la testa di tutti i familiari: se si scopre la presenza di lendini o di pidocchi occorre applicare scrupolosamente le regole per il trattamento dei pidocchi.

Attenzione: le norme per evitare la trasmissione della pediculosi sono le sole valide per non prendere i pidocchi. I prodotti che si trovano in farmacia non hanno un'azione preventiva, ma servono solo per debellare l'infezione già in atto.

Riammissione a scuola

Se si eseguono scrupolosamente le indicazioni per eliminare i pidocchi, il bambino può tornare a scuola il mattino dopo il primo trattamento.

1/1/1997

2/9/2015

I commenti dei lettori

salve a tutti...ho appena scoperto che mia figlia di 2 anni ha sulle ciglia molti pidocchi del pube (piattole) facilmente contratte in nave per la sardegna o direttamente nella casa da me affittata circa tre mesi fa...cosa mi consigliate? giallo di mercurio 1% e' possibile usare altri metodi e quanto ci vorra'?

diego (TO) 22/11/2010

Ho sentito dire che l'aceto e' efficace per i pidocchi! Io non ho ancora avuto la necessita' di sperimentarlo, ma mi sembra sicuramente tra le soluzioni più economiche se cosi' fosse.

myriam (MI) 07/06/2011

L'unico rimedio veramente utile per me e' stato l'armarsi di santa pazienza e ogni due giorni ,x non tralasciare niente, con la pettinina e il balsamo bianco che me le faceva vedere bene, eliminare tutte le uova dai capelli. Mi sono aiutata anche con i prodotti della farmacia ma x la liberazione totale ci e' voluto un po', anche xche' se rimaneva anche solo un uovo bisognava ricominciare daccapo. E pensare che li abbiamo presi al mare....

alessandra 17/11/2011

io sono tre mesi che mi lavo la testa con prodotti specifici ogni 2 o 3 giorni  nessun risultato....ora leggendo ho scoperto che esiste un antibiotico ....sono semplicemente demoralizzata sentire questo fastidio in testa ...nella mia vita nn mi era mai sucesso...... è indescrivibile.......sono indignata oltre a non trovare beneficio mi sono trovata a spendere centinaia di soldi...come mai nel 2011 questa pediculosi non si riesce a sterminare?

22/11/2011

Mia figlia e´ purtroppo da circa un anno ad intervalli quasi regolari attaccata dai pidocchi e delle loro uova. Ormai e´ diventata un´ ossessione ed ogni due giorni la controllo sempre. Questo controllo sta pero´diventando una tortura per lei e per me, in quanto invece di sterminarli ne troviamo sempre. Un ´amica brasiliana mi ha detto che in Brasile si prendono delle pastiglie circa ogni sei mesi a base di Ivermectina. Preso regolarmente il problema non si manifesta piu´ Come mai in Europa non vengono venduti questi farmaci contro i pidocchi? Hanno controindicazioni per i bambini?

Marianna (TO) 01/10/2012

Anche per mia figlia e per me è , quest'anno , è una lotta continua , lei ha i capelli ricci e folti; abbiamo provato diversi prodotti sia con filtri naturali (soffocamento del pidocchio) sia con principi chimici, seguendo le procedure scrupolosamente. Leggendo gli altri commenti.... mi unisco al coro ;esistono farmaci efficaci e non dannosi ? cristina (04/2013)

cristina (CN) 10/04/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "I pidocchi"

Pidocchi cura e prevenzione
I pidocchi vivono sui capelli e si cibano di sangue. Si riproducono attraverso le uova che si chiamano lendini. I consigli sulla prevenzione e sulla cura.
Come curare e prevenire i pidocchi
Come comportarsi quando si prendono i pidocchi.
Allattamento al seno: i consigli dell'ARP
Allattamento al seno: le schede della Associazione per la Ricerca in Pediatria. I consigli dei Pediatri.
Le verruche
Le sedi più frequentemente colpite dalle verruche sono le mani, le ginocchia, i gomiti e la pianta dei piedi.
Allattamento artificiale del neonato: dosi, orari e quantità
Allattamento artificiale del neonato: le schede della Associazione per la Ricerca in Pediatria.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Dieta di scatenamento
La dieta di scatenamento consiste nel provare una serie di alimenti per individuare quello responsabile dell'allergia.
Non racconta nulla di quello che succede a scuola
Quando le chiedo cosa ha fatto a scuola mi risponde che non sa, non si ricorda. E non ci racconta nulla. I consigli della psicologa.
Torcicollo congenito
Il torcicollo congenito è una deformità presente alla nascita. Non è sempre necessario l'intervento chirurgico.
Aumento di peso in gravidanza
L'aumento di peso nell'arco dell'intera gravidanza normalmente si aggira tra i 7 e i 14 kg complessivi.
Calo di peso nel neonato
Il calo di peso è normale nei primi giorni di vita del neonato. Si considera normale che un neonato a termine recuperi il peso della nascita entro 8-10 giorni.

Quiz della settimana

Che cosa e' il meconio?
Una secrezione densa emessa dalla bocca del neonato al momento della nascita
Una sostanza emessa dall'intestino del neonato
Una sostanza vischiosa proveniente dal naso del neonato
Nessuna delle risposte corretta