ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

La salmonella: le cause del contagio

Tutti gli alimenti che causano il contagio da salmonella.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Mia figlia di due anni è stata a contatto con mia cognata che ha preso una forma lieve di salmonellosi. Vorrei sapere quali sono gli alimenti possibili portatori di tale germe e se è infettiva solo stando vicino ad una persona. Vorrei sapere anche (se uno ha preso tale malattia) quali sono i cibi da evitare e quali sono quelli da mangiare.

La forma di infezione intestinale di cui ha sofferto sua cognata fa parte del gruppo delle salmonellosi "minori", cioè di quelle enterocoliti dovute a germi del genere salmonella di tipo diverso dalla Salmonella typhi e paratifo A e B. La via di trasmissione pressoché esclusiva è quella orale con cibi e bevande contaminate da materiale fecale contenente Salmonella.

Gli alimenti che più facilmente possono essere inquinati dalla Salmonella (e che quindi favoriscono il contagio) sono l'acqua contaminata, le uova, la carne di manzo, pollo e maiale, il latte non pastorizzato, e, più raramente, la frutta e la verdura. Per il controllo e la prevenzione delle infezioni da Salmonella è sufficiente il lavaggio accurato e frequente delle mani. Se il paziente non presenta diarrea, non è necessaria alcuna restrizione dietetica.

1/10/1997

6/3/2015

I commenti dei lettori

Ciao ho il tifo da 3 settimane e ho una figlia di 5 anni e non so come comportarmi mi privo anche a darle un bacio la mia preoccupazione più grande è non avere più un contatto d affetto con lei x favore vorrei un consiglio.grazie.

giusi (CT) 16/11/2012

Giusi, il tifo è una malattia gravissima, che rientra nel quadro delle salmonellosi. Il contagio delle salmonelle avviene con ciclo oro-fecale (cioè bocca-feci-bocca): il malato o il portatore elimina salmonelle con le feci; una catena di contatti con queste feci (mani, oggetti, cibi) diffonde il contagio; il malcapitato che si trova alla fine di questa catena e porta le mani alla bocca si infetta. In un ambiente domestico, dunque, è sufficiente lavare bene le mani e pulire bene la biancheria personale e i sanitari del bagno per non correre particolari rischi. Abbraccia dunque la tua piccola senza paura.

Giuseppe Varrasi, Pediatra (BS) 18/11/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "La salmonella: le cause del contagio"

Feci verdi o cacca verde nel neonato
Il mio bambino fa spesso la cacca verde. Quando il colore delle scariche è un problema nel neonato? Feci verdi non significa salmonella o indigestione.
Salmonella nei bambini
La salmonella nei bambini rimane più a lungo nelle feci, ma non vuol dire che la malattia duri di più. Utile ripetere la coprocoltura.
Salmonella: i sintomi
I sintomi della salmonella sono il vomito e le scariche diarroiche contenenti catarro. Spesso è presente anche la febbre.
La salmonella
Esistono tre tipi di salmonella. Sono malattie causate da batteri del genere Salmonella, che possono causare da una semplice gastroenterite al tifo.
Salmonella e asilo nido
Un bambino affetto dalla salmonella non può frequentare il nido fino che non risultino tre coproculture negative.
Uovo crudo nello svezzamento e salmonella
A quale età introdurre l'uovo crudo nello svezzamento di un neonato e come evitare il rischio di salmonella.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

La medicazione del moncone ombelicale nel neonato
Il distacco del cordone ombelicale avviene solitamente entro il 15° giorno dalla nascita. I consigli da seguire per la medicazione.
La vitamina B1
La vitamina B1 interviene nel metabolismo degli zuccheri e nella respirazione delle cellule.
Si scarica solo nel pannolino
Non si scarica se non nel pannolino. Dobbiamo lasciarglielo? In questa fase non è consigliata di forzarla.
Ecografia in gravidanza
L'ecografia è una tecnica diagnostica che permette di sorvegliare l'andamento della gravidanza, controllando le condizioni della placenta e del feto.
Menarca e pubertà
Lo sviluppo della ghiandola mammaria è in genere il primo segno di pubertà "visibile" delle bambine.

Quiz della settimana

Quanto è lungo mediamente un bambino di un anno?
circa 72 cm
circa 75 cm
circa 78 cm
circa 80 cm