ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

approfondire insieme al Pediatra

Il selenio

Si trova negli alimenti di origine animale e vegetale: le carni, i pesci ed i frutti di mare, il lievito di birra, i cereali, le noci, i broccoli, il cetriolo, il cavolo, l'aglio.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Dove si trova

Non si sa esattamente quanto selenio contenga l’organismo umano.

Si trova negli alimenti di origine animale e vegetale: le carni (muscoli ed interiora), i pesci ed i frutti di mare, il lievito di birra, i cereali, le noci, i broccoli, il cetriolo, il cavolo, l'aglio, i ravanelli, le cipolle.

Il contenuto di selenio degli alimenti di origine animale viene regolato attraverso l’alimentazione degli animali d’allevamento (integratori del foraggio arricchiti di selenio).

A cosa serve

  • Protegge le cellule dai danni causati dai radicali liberi (funzione antiossidante) e dai metalli pesanti.
  • È indispensabile per il metabolismo cellulare ed è essenziale per la riproduzione (fertilità).
  • È importante per la funzione della tiroide (attiva il principale ormone tiroideo).

Che cosa succede se manca

Con un’alimentazione normale, una carenza di selenio è rara. Una carenza di selenio causa disturbi della funzione muscolare.

15/9/2009

28/6/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Il selenio"

Vitamine per l'influenza?
E' giusto dare vitamine ad ogni influenza o raffreddore? I polivitaminici aiutano a combattere le infezioni? Il consiglio del pediatra.
La vitamina A
La vitamina A: dove si trova, a che cosa serve e quali problemi causa la sua carenza.
La vitamina B5
La vitamina B5, detta anche acido pantotenico, è molto diffusa in tutti gli alimenti sia animali che vegetali.
La vitamina E
La vitamina E ha funzione antiossidante contro i radicali liberi. E' presente nei vegetali a foglia verde, nei piselli, nell'orzo, nel germe di grano.
La verdura nell'alimentazione del bambino
Le verdure vengono introdotte nell'alimentazione del bambino dall'inizio dello svezzamento. Qualche consiglio pratico.
Vitamine e sindrome di Down
Vitamine per curare la sindrome di Down: nuovi rimedi o vecchie illusioni?
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cambiare casa: è importante far partecipare il bambino
Cambiare casa: è importante far partecipare il bambino. I consigli della psicologa.
Lo svezzamento dopo il sesto mese
Dal sesto mese di vita compiuto si può iniziare lo svezzamento, cioè l'integrazione di cibi solidi e semisolidi.
Togliere o no i denti da latte?
E' necessario rivolgersi all'ortodonzista che è in gradi di valutare se è necessaria l'estrazione del dente da latte.
Cisti smegmatiche
Le cisti smegmatiche sono piccole sacche di grasso sotto la pelle del prepuzio che si risolvono da sole.
Pressione bassa nel bambino
Mio figlio di 10 anni soffre di pressione bassa. Da che cosa può dipendere? Se l'alimentazione è varia, non sono necessari gli integratori.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa