ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Stereotest di Lang

Lo Stereotest di Lang è costituito da una cartolina plastificata in cui il bambino ha la possibilità di osservare delle immagini in rilievo, a patto che possieda una visione normale.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Ho un bambino, che proprio oggi compie due anni. In occasione di questa ricorrenza la nostra pediatra ha detto che deve fare un test che, se ho capito bene, si chiama "stereotest". Vorrei cortesemente sapere in cosa consiste e a cosa serve.

Lo Stereotest di Lang è costituito da una cartolina plastificata, di colore grigio, in cui il bambino ha la possibilità di osservare delle immagini in rilievo, a patto che possieda una visione normale, cioè stereoscopica. Nella versione classica del test le figure sono una stella, un’automobile e un gatto. Il medico si pone davanti al bambino, tenendo in mano la cartolina, in modo visibile, su un piano frontale a circa 40 cm. di distanza, senza muoverla, assicurandosi che la luce non sia diretta sulla cartolina, ma diffusa nell’ambiente. Chiederà al bambino se vede qualcosa e di segnalarlo, con un dito o dicendo di cosa si tratta.

Se il bambino è piccolo, sarà sufficiente osservare i movimenti degli occhi, che saltano da una all’altra figura, anche senza indicarle esplicitamente, oppure osservare i tentativi di prendere con la mano la figura. Il bambino può muovere leggermente la testa per trovare il punto più favorevole all’osservazione, ma non si deve mai dare il test in mano al soggetto esaminato, perché potrebbe, con rapidi movimenti di va e vieni, cercare di riconoscere gli oggetti in visione monoculare. Nei casi dubbi, conviene, prima di chiedere altri dettagli al bambino (come, ad esempio, la posizione della coda del gatto o il senso di marcia dell’automobile), provare a rovesciare la cartolina, in modo che la stella appaia collocata in basso; è utile inoltre ripetere il test nel tempo, dopo 1-2 mesi. Se la risposta è completamente negativa (il piccolo non riconosce nessuna figura della cartolina), è necessario l’invio dallo specialista oculista per un approfondimento.

26/12/1999

25/8/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Stereotest di Lang"

Bendaggio occlusivo
Le è stata diagnosticata l'ambliopia e le hanno consigliato il bendaggio occlusivo.
Strabismo nei primi mesi di vita
Lo strabismo è del tutto normale nei primi mesi di vita, quando il bambino non è ancora in grado di utilizzare contemporaneamente i due occhi.
Gli è stata diagnosticata la sindrome di Duane
Sindrome di Duane: le cure per un bambino di due anni. Apparentemente non soffre di particolari disturbi ma non ha superato il test dell'ambliopia.
Vero e falso in oculistica
Una serie di risposte flash a domande frequenti in oculistica.
Anisocoria
Mio figlio soffre di anisocoria. Da che cosa è causata?
Sindrome di Brown
La causa più comune di Sindrome di Brown è una difficoltà di scorrimento del tendine dell'obliquo superiore dell'occhio.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Vomito ciclico
Il vomito ciclico consiste in episodi ricorrenti di vomito violento in assenza di causa organica apparente, spesso con una storia familiare di emicrania.
Da che fattori dipende la statura di un bambino?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Integrazione del latte materno dopo il 6° mese
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare