ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Varicocele

Il varicocele è una condizione collegata all'aumento di lunghezza e volume delle vene del testicolo.

a cura di: Dott. Rodolfo Varani (pediatra)

È stato diagnosticato a mio figlio di 12 anni un varicocele di I° II° a sinistra. Vorrei sapere quali sono i rischi e quale è la terapia. Mi piacerebbe anche conoscere, per portarvi il bambino a visita, qualche centro in Italia particolarmente indicato.

Il varicocele è una condizione collegata all'aumento di lunghezza e di volume delle vene del testicolo e quindi stasi venosa (ristagno di sangue poco ossigenato e quindi scarsa nutrizione dei tessuti). Per avere un esempio più popolare si può pensare alle vene varicose che affliggono alcune persone (donne soprattutto) che si manifestano con la presenza di nodosità venose visibili e palpabili agli arti inferiori, che rendono esteticamente la parte molto alterata. In genere il varicocele è localizzato a sinistra.

Vi sono molti motivi per ritenere che sia responsabile di una certa percentuale di casi di sterilità maschile. Sembra che si presenti nel 15 % della popolazione scolastica. Si classifica in tre tipi (I, II, III in base a criteri anatomici che qui non è il caso di menzionare) e in tre gradi:( I, II, III in base alla evidenza clinica del problema). Si ha un aumento dei vasi venosi del testicolo che vengono paragonati, per l'impressione che si ha alla palpazione, ad un sacchetto di vermi.

Grado I: si apprezzano i "vermicelli" solo se si palpa il testicolo.

Grado II: i "vermicelli" si vedono e si palpano.

Grado III: il varicocele è tale da alterare molto la simmetria dello scroto (lo scroto è il "sacchetto" di pelle che contiene il testicolo.) Soprattutto in vista della possibile sterilità associata in un certo numero di casi (non ancora precisato in percentuale) al varicocele, tale condizione non deve essere sottovalutata. Nel varicocele di grado I si consiglia rivalutare il problema a distanza di qualche mese. Nei gradi II e III si consiglia intraprendere studi specifici presso reparti di chirurgia pediatrica (o urologia) poiché in gran parte debbono essere operati (soprattutto se c'è anche una riduzione di volume del testicolo).

Esistono vari tipi di intervento chirurgico e negli ultimi tempi si sono messi a punto interventi di microchirurgia. [NdR: Riguardo la richiesta di un consiglio su un centro specializzato, purtroppo dobbiamo rispondere che NON POSSIAMO dare indicazioni o consigli su professionisti o centri. Veda per questo la pagina delle FAQ].

1/7/1998

7/6/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Varicocele"

Testicolo ritenuto: come si opera?
L'intervento chirurgico di correzione del criptorchidismo (detto anche testicolo ritenuto) viene chiamato "orchidopessi".
Intervento per idrocele
A mio figlio è stato diagnosticato un idrocele sinistro e hanno consigliato l'intervento chirurgico. Quali sono i tempi di degenza?
Torsione del testicolo
Ha sofferto quest'anno di una torsione del testicolo. L'intervento chirurgico è quasi sempre necessario.
Testicolo mobile nei bambini
La pediatra mi ha detto che ha i testicoli mobili. Questa situazione si corregge spontaneamente alla pubertà e non necessita di alcuna terapia.
Idrocele
L'idrocele è l'accumulo di liquido nella sacca che circonda il testicolo. E' dovuto alla persistenza del dotto peritoneale e normalmente scompare entro l'anno.
Idrocele
L'idrocele consiste nell'ingrossamento di uno o di entrambi i testicoli. E' necessario l'intervento chirurgico.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Il ciuccio per un neonato
Il ciuccio può essere di due tipi: a ciliegia (forma rotonda più adatta ai neonati) o anatomico (a forma di goccia). I consigli del Pediatra.
Il tritest
Il tritest è un esame, da fare in gravidanza, per stimare il rischio di avere un figlio affetto da sindrome di Down.
Le verruche
Le sedi più frequentemente colpite dalle verruche sono le mani, le ginocchia, i gomiti e la pianta dei piedi.
L'obesità infantile
Negli ultimi decenni il numero di bambini con problemi di peso, in Italia come nel resto del mondo industrializzato, è costantemente aumentato.
Quali giochi per non annoiarla?
Si annoia con i giochi per la sua età. I consigli dei giochi da proporre per non annoiarla.

Quiz della settimana

Quale delle seguenti affermazioni riguardanti il paracetamolo è sbagliata?
Calma il dolore
Ha una forte azione anti-infiammatoria
Viene ben tollerato a livello gastrointestinale
Puo' essere somministrato durante l'allattamento