Dovendo passare dal latte di proseguimento al latte vaccino, quale tipo mi consigliate? Intero o parzialmente scremato? Fresco o a lunga conservazione?

A partire dall'anno di età è attualmente consigliato il passaggio al latte vaccino non adattato; un consumo di circa mezzo litro al giorno andrebbe mantenuto per tutta la vita (salvo specifiche intolleranze). Nella scelta del latte occorre bilanciare le seguenti considerazioni:

  • il latte di mucca "dalla stalla", per chi ne disponesse, è sicuramente genuino, ma molto grasso e dalla sterilità non garantita;
  • il latte "a lunga conservazione" (ottenuto con il metodo UHT: ultra high temperature, scaldando a 90°C per 1 minuto) da' garanzie di igiene, ma al prezzo di un impoverimento nutrizionale;
  • i procedimenti di sterilizzazione a bassa temperatura (pastorizzazione, scaldando a 63°C per mezzora) garantiscono il contenuto di vitamine e una buona igiene, ma non la conservazione per lunghi periodi;
  • la scrematura sottrae al latte alcune componenti utili (vitamine liposolubili);
  • la bollitura a casa massacra microbi e vitamine;
  • la bollitura vera (dopo i 100°C) non va confusa con il momento in cui il latte monta (circa 80°C).

Tutto considerato, consigliamo di utilizzare, quando possibile, il latte di centrale fresco intero e di non bollirlo, bensì scaldarlo quanto basta; la confezione aperta va conservata in frigo e consumata entro 24 ore.

Altro su: "Quale latte vaccino nello svezzamento?"

Perdere i capelli quando si allatta
Perdere i capelli quando si allatta è una conseguenza del mancato influsso positivo degli ormoni della gravidanza.
Allattamento misto del neonato: al seno e con il biberon
In caso di allattamento misto del bambino la quantità totale di latte deve essere orientativamente calcolato in base al peso.
Vaccinazione contro la varicella durante l'allattamento
E' possibile vaccinarsi contro la varicella durante l'allattamento. Il vaccino puo' essere somministrato dal suo Medico curante.
Allergia al latte e dieta vegetariana
E' possibile che un'intolleranza alimentare possa causare disturbi del sonno?
La permanente ai capelli durante la gravidanza
Durante il corso della gravidanza è opportuno non tingersi i capelli. Si può ricorrere a tinture a base di sostanze vegetali come la camomilla o l'hennè.
Raccomandazioni utili sull'alimentazione del neonato e del bambino
I consigli utili relativi all'allattamento del neonato e del bambino dopo i 6 mesi.