Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Ha undici mesi ed è sottopeso

Le cause del sottopeso di vostra figlia possono essere molteplici e nessuna individuabile a distanza. Vanno escluse le cause psicologiche ed organiche.

a cura di: Dott. Rodolfo Varani (pediatra)

Ha un peso molto inferiore alla norma Abbiamo una bimba di undici mesi che pesa 6,5 kg ed è alta cm 71,5. Alla nascita pesava kg. 2,400. La bambina cresce molto vispa, sana, ma molto sottopeso; ciò dipende soprattutto dal fatto che non le sono mai piaciute le pappe. Già dall'inizio dello svezzamento ci sono voluti più di due mesi (piuttosto saltava il pranzo) per riuscire a farle apprezzare la pappa del mezzogiorno, mentre non ha mai apprezzato quella serale (anche se uguale a quella del mezzogiorno).
Ora, pur avendo appetito, si rifiuta categoricamente di mangiare la pappa, sia quella in brodo vegetale con pastina o semolino e omogeneizzato, sia la pastasciuttina con il pomodoro e l'omogeneizzato; l'unica pappa che apprezza è la pappa lattea con la mela o pera oltre a biscotti e crackers.
Siamo disperati: ci potrebbe suggerire qualche pappa o prodotto alternativo? Qual è il metodo educativo per darle la pappa quando si rifiuta di mangiare: lasciarle saltare il pasto? Sforzarla? distrarla con mezzi vari? Insistere o no? Chiediamo il vostro aiuto perché non sappiamo più cosa fare.

Un caso come questo è tra i pochi che non possono e non debbono avere risposta a distanza o come consiglio generico. Casi come il vostro ve ne sono abbastanza, ma le cause di un tale comportamento della vostra bambina possono essere molteplici e nessuna individuabile a distanza: di conseguenza nessun consiglio è possibile per via telematica e da chi non conosce la bambina e la famiglia della bambina. Tali cause vanno da fattori psicologici familiari (ansia iniziale dei genitori per il basso peso neonatale della bambina e forzature nella alimentazione della stessa) a problemi clinici diversi (intolleranze alimentari, infezioni delle vie urinarie, malassorbimento, cardiopatie, malformazioni congenite, malattie del metabolismo) che andrebbero studiate in ambiente pediatrico adeguato (Clinica Universitaria).

Pertanto va detto che la bambina deve essere seguita da un buon pediatra di base che diriga le operazioni e che conosca bene la famiglia (madre ansiosa? pressione psicologica dei nonni?) ed i dati di accrescimento (pesi ed altezze) dei primi mesi di vita, che tipo di latte ha preso, come cresceva ecc. C'è la possibilità di una intolleranza al glutine? È stato fatto un controllo del sangue e delle urine? Non è con "la pappa miracolosa" (che non esiste) che si risolve il caso della vostra bambina e, soprattutto, una vostra domanda in tal senso mi fa sospettare che cerchiate il miracolo delle favole, forse per evitare il consiglio di approfondire la diagnosi con un ricovero, che il vostro pediatra può già avervi proposto.

Una volta escluse le cause psicologiche ed organiche vi si potrà tranquillizzare e dire che altri bambini hanno avuto lo stesso problema e lo hanno risolto spontaneamente con il tempo (magari all'inizio della scuola materna), ma dapprima debbono essere scrupolosamente esclusi questi fattori. Ma va detto che anche altri bambini hanno atteso per anni la pappa miracolosa per poi scoprire che invece c'era una causa ben precisa per lo scarso accrescimento e per il rifiuto di cibi particolari.

Altro su: "Ha undici mesi ed è sottopeso"

Curiosità sullo svezzamento
Scopriamo alcune curiosità sullo svezzamento: il processo di sostituzione dell'alimentazione a base di latte con quella a base di altri liquidi e solidi.
Il biscotto nel latte?
E' consigliabile aumentare la quantità di latte piuttosto che mettere il biscotto nel latte. L'introduzione del biscotto è consigliabile dal 4° mese.
E' allergica al latte vaccino
Può esserci una relazione tra l'assunzione di latticini tramite latte materno e il continuo rifiuto delle pappe? I consigli dell'allergologo.
Ha predisposzione allergica
La dieta di un bambino con predisposizione allergica.
Omogeneizzati o liofilizzati?
Omogeneizzati e liofilizzati hanno le stesse caratteristiche nutrizionali. Nelle prime fasi dello svezzamento vengono spesso preferiti i liofilizzati.
Non mangia
La mia bambina di due anni da quando è nata non è mai stata una gran mangiona, ma in questo ultimo periodo non mangia proprio nulla. Siamo disperati.