Due sere fa guardando mia figlia negli occhi notai un riflesso opaco e biancastro nell'occhio sinistro. Dopo visita oculistica non specialistica gli venne diagnosticata o una cataratta congenita (nella migliore delle ipotesi), od una non bene specificata leucocoria. Siamo in attesa di un'ecografia specialistica e vorremmo sapere come ci dovremmo comportare in caso di queste malattie.

La leucocoria è un termine generale ed in disuso che indica un riflesso pupillare biancastro dovuto a diverse cause (cataratta, distacco retinico, retinoblastoma ecc.). In caso di leucocoria da cataratta congenita (dalla nascita) è possibile ottenere un buon risultato visivo solo operando molto precocemente (entro le prime 14 settimane di vita).

Nel caso la cataratta fosse intervenuta dopo i primi sei mesi di vita è possibile ottenere un buon risultato anche operando più tardi. La precocità dell'intervento è fondamentale così come è necessario rivolgersi a centri molto specializzati poiché si tratta di una chirurgia particolarmente complessa.

Altro su: "Leucocoria: un riflesso bianco nell'occhio"

Cataratta congenita
E' nata con una cataratta. I consigli dell'esperto su quando effettuare l'intervento.
Cataratta congenita
La cataratta congenita monolaterale è solitamente sporadica. E' importante intervenire tempestivamente.
Glaucoma
Una storia famigliare di glaucoma non aumenta l'incidenza della malattia negli altri componenti della famiglia.
Non ha il riflesso rosso
L'esame del riflesso rosso nei neonati si esegue con l'oftalmoscopio, lo strumento che permette all'oculista di esaminare la retina ed il fondo dell'occhio.
La cataratta congenita
Come può una mamma accorgersi che il suo bambino ha una cataratta congenita? E' un disturbo più complesso di quanto si creda.
Anisocoria
Mio figlio soffre di anisocoria. Da che cosa è causata?