Ho due bambine, una di tre anni e mezzo e una di due anni. La prima è stata alimentata con latte artificiale fino ad un anno, e poi con latte di crescita fino a tre. La seconda con latte materno fino a 18 mesi, e poi con latte vaccino intero. Adesso entrambe prendono il latte vaccino, nella quantità di mezzo litro al giorno. Mi pare che, da quando sono passata al latte vaccino intero, le bimbe abbiano iniziato a soffrire di stitichezza. Un'amica dice che può essere una lieve intolleranza al latte vaccino, e che dovrei dare il latte di capra o, come dice il suo pediatra, bollire il latte vaccino per cinque minuti, dato che quest'operazione, secondo lui, rende più digeribili le proteine del latte e quindi allontana il rischio di allergie e anche solo di intolleranze. È davvero così? Siccome le mie figlie non gradiscono molto la frutta e la verdura, temo che la bollitura possa diminuire ancor più la dose di vitamine che assumono con gli alimenti, e quindi vorrei davvero essere certa che sia da fare.

Considerato il lungo periodo in cui le bambine hanno assunto proteine del latte, senza manifestare alcuna sintomatologia, escluderei l'intolleranza ipotizzata dalla solerte amica. Spesso invece la stipsi si verifica quando l'alimentazione non è equilibrata ed in questo caso la conferma viene dal fatto che l'assunzione di frutta e verdura è difficile. Tralascerei il latte di capra e le varie bolliture ed invece cercherei di fare assumere alle bimbe una quantità di fibre adeguata, in modo da aiutare l'intestino pigro nello svuotamento.

Utilizzi quindi senza problemi il latte come abitualmente fa, ma faccia in modo che le bimbe lo assumano insieme alle fibre (ci sono in commercio svariati tipi di cereali) e cerchi di stimolarle nell'assunzione di frutta e verdura, cambiando il modo di assunzione (frullati di frutta invece del frutto singolo, passati di verdura in brodo invece della verdura singola) Vedrà che con un po' di pazienza la stipsi si risolverà e "l'intolleranza" sarà solo un ricordo.

Altro su: "Stitichezza e alimentazione"

Allergia alle proteine del latte: cosa può mangiare?
Se la diagnosi di allergia alle proteine del latte è sicura, è necessario che l'esclusione dei latticini dall'alimentazione sia completa e prolungata.
Soffre di allergia al latte
L'allergia al latte vaccino è la sensibilizzazione alimentare più diffusa nei primi anni di vita. I consigli dell'allergologo.
Latte HA o ipoallergenico
Come si può determinare se un neonato ha bisogno di un latte ipoallergenico? I consigli del Pediatra.
L'allergia al latte gli provoca la tosse
È possibile che il poco latte che assume possa provocare tosse? L'allergia alimentare può essere causa di fenomeni respiratori quali l'asma bronchiale.
Intolleranza al lattosio
L'intolleranza al lattosio è un difetto di digestione degli zuccheri. L'elenco degli alimenti contenenti lattosio.
Disturbi intestinali
Ha scariche di diarrea tre-quattro volte al giorno da parecchi mesi.