ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Gastroenterite

Per quanto riguarda la dieta, il modo migliore di far guarire una gastroenterite è mettere a riposo lo stomaco e l'intestino, bevendo soltanto ed evitando di introdurre qualsiasi cibo per un po'.

a cura di: Dott. Giuseppe Varrasi (pediatra)

Mia figlia di due anni ha avuto per due giorni febbre e vomito con disturbi continui di dissenteria. Diagnosi: enterite. Le è stata prescritta una dieta e sostituito il latte con ... [nome di latte senza lattosio]. Ritenete sia sufficiente la cura?

Anzitutto, una questione di termini. L'emissione di feci a consistenza molle o acquosa si chiama "diarrea". La parola "dissenteria", che spesso si sente usare con questo significato, non è corretta, perché invece indica una particolare forma di diarrea, causata da un microbo tropicale. L'enterite indica una malattia infiammatoria dell'intestino che determina diarrea. Se è presente anche vomito, come nel nostro caso, allora si parla di "gastroenterite".

La distinzione non vi deve sembrare solo una finezza medica. Il problema principale di una enterite è proprio la perdita di liquidi e sali che si realizza con le scariche acquose. Il rimedio, quindi, consiste nel far recuperare i liquidi mediante una corretta idratazione.

Nella maggior parte dei casi, facendo bere al bambino acqua o tè poco zuccherato o, meglio ancora, specifiche soluzioni reidratanti (efficaci, ma non molto gradite per via del sapore un po' salato), il rischio di una disidratazione diventa remoto. Se è presente anche il vomito, tutto diventa più complicato: vomitando si perdono ancora più liquidi e sali, ma soprattutto diventa problematico reintegrare le perdite per bocca. A volte, quindi, tocca ricorrere alla somministrazione di soluzioni reidratanti endovena, mediante fleboclisi.

Per quanto riguarda la dieta, in effetti il modo migliore di far guarire una gastroenterite è mettere a riposo lo stomaco e l'intestino, bevendo soltanto ed evitando di introdurre qualsiasi cibo per un po' (diciamo 1-2 giorni, a seconda dei casi). Quando il vomito è passato, si può ricominciare a mangiare, privilegiando essenzialmente i farinacei (riso, pasta, pane, fette biscottate); da evitare, per qualche giorno, le fibre (frutta e verdura) e i latticini (latte, yogurt, formaggi). In questo senso, un latte senza lattosio è ben tollerato.

L'uso di farmaci che inibiscono la peristalsi (e quindi riducono il numero delle scariche di diarrea) non è prudente: in questo modo si può mascherare una perdita di liquidi che avviene comunque, ma che resta nell'intestino. Poiché la gastroenterite è spesso causata da virus (Rotavirus, ma anche Adenovirus), non è necessaria una terapia antibiotica, mentre può dare utili risultati la somministrazione di probiotici (i moderni fermenti lattici), che ripristinano la normale flora intestinale e "tolgono spazio" al virus.

1/1/1997

21/2/2014

I commenti dei lettori

 i vostri consigli saranno sicuramente utili,vi ringrazio di cuore,sono un papa' di un bimbo di 17 mesi affetto da gastrointerite diagnosi del pediatra dell ospedale di fermo, da 2 giorni presenta diarrea  e vomito con scariche di 12 15 al giorno ma con ridtti episodi di vomito (3) al giorno nei pasti principali,oggi secondo giorno ha un po' di febbre (38) fortunatamente riesce anche se poco a bere acqua .saluti e grazie.

luca (FM) 25/10/2010

REDUCI DA ROTAVIRUS (RICOVETO PER TEST CHETONI POSITIVO (RISULTATO VIOLA) ABBIAMO FATTO FLEBOCLISI E POI A CASA. TUTTO BENE PRIMI 6 GIORNI HO DATO HUMANA DISANAL, DA TRE GIORNI DO DI NUOVO IL LATTE. SOLO CHE A PARTIRE DA CIRCA 7 ORE DOPO LA PRIMA SOMMINISTRAZIONE DI LATTE HA AVUTO FEBBRE PER DUE GIORNI E MACCHIETTE ROSSE SULLA PELLE, HA LA GOLA IN FIAMME DUNQUE LA FEBBRE SARA' SICURAMENTE PER QUESTO, MA LE MACCHIE ROSSE? IL PEDIATRE DICE CHE NON E' MALATTIA ESANTEMATICA... ALLORA SARA' INTOLLERANZA AL LATTE? GRAZIE

MARIA (PA) 15/11/2010

Il mio bambino di 2 anni e 5 mesi ha avuto la gastroenterite in questi giorni; Martedì abbiamo fatto gli esami del sangue e delle urine per controllare amilasi- lipasi- transaminasi alfa1 anttripsina-amilasuria. Dato che che in ospedale non è riuscito a fare la pipì, abbiamo consegnato la provetta il giorno dopo, mercoledì; lo stesso giorno, nel pomeriggio verso le 16 ha iniziato a stare male. La mia domanfa è questa: Gli esami saranno sicuramente sballati? Vi ringrazio per la vostra attenzione!

Laura (LO) 08/01/2011

SALVE,HO UNA BAMBINA DI 38MESI E SN 2ANNI CHE HA LA GASTROENTERITE E SE NN LE DO ANTIBIOTICI LA FEBBRE NN SCENDE.MI CHIEDO SE C´E UNA CURA O IL ROTAVIRUS E INBATTIBBILE.UN GASTRENTEROLOGO PUO´AIUTARMI.GRAZIE MARY

MARY (NA) 23/09/2011

la mia bimba ha avuto solo due scariche di diarrea precedentemente ha avuto vomito è febbre devo preoccuparmi e volevo chiedere x essere diarrea le scariche devono presentarsi subito grazie

mariachiara (FG) 29/12/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Gastroenterite"

La nausea in gravidanza
La nausea è spesso uno dei primi sintomi di gravidanza e colpisce, soprattutto con vomito al mattino, il 50% delle mamme in attesa.
Stenosi del piloro
Quando il piloro si stringe, il cibo non passa più dallo stomaco all'intestino. Si deve operare.
La salmonella: le cause del contagio
Tutti gli alimenti che causano il contagio da salmonella.
Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Rifiuta i cibi solidi
Il mio bambino vomita e rifiuta i cibi solidi. Da piccolo aveva la stenosi del piloro, ma adesso continua a vomitare a getto.
Nausea e vomito in gravidanza
La nausea accompagnata da conati di vomito o, più raramente, da vomito vero e proprio, è spesso il primo segno della gravidanza.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Dieta di scatenamento
La dieta di scatenamento consiste nel provare una serie di alimenti per individuare quello responsabile dell'allergia.
Non racconta nulla di quello che succede a scuola
Quando le chiedo cosa ha fatto a scuola mi risponde che non sa, non si ricorda. E non ci racconta nulla. I consigli della psicologa.
Torcicollo congenito
Il torcicollo congenito è una deformità presente alla nascita. Non è sempre necessario l'intervento chirurgico.
Aumento di peso in gravidanza
L'aumento di peso nell'arco dell'intera gravidanza normalmente si aggira tra i 7 e i 14 kg complessivi.
Calo di peso nel neonato
Il calo di peso è normale nei primi giorni di vita del neonato. Si considera normale che un neonato a termine recuperi il peso della nascita entro 8-10 giorni.

Quiz della settimana

Che cosa e' il meconio?
Una secrezione densa emessa dalla bocca del neonato al momento della nascita
Una sostanza emessa dall'intestino del neonato
Una sostanza vischiosa proveniente dal naso del neonato
Nessuna delle risposte corretta