ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Idro-uretreronefrosi non ostruttiva

Soffre di idronefrosi sinistra, non ostruttiva, non refluente. E' necessario ripetere una valutazione ecografica e verificare la funzione renale.

a cura di: Dott. Gianantonio Manzoni (chirurgo pediatra - urologo)

Sono la mamma di un bambino di tre anni e mezzo al quale sin dalla nascita (a seguito di vari esami) è stata diagnosticata una idronefrosi sinistra, non ostruttiva, non refluente e con funzionalità renale conservata (51% sx e 49% dx). Il bambino non ha mai avuto IVU sintomatiche e non ha mai seguito profilassi antibiotica protettiva. E' stata quindi decisa una terapia conservativa. Nel dicembre 2009 è stata ripetuto l'esame ecografico con il quale è stata confermata la idroureteronefrosi sx con rene di dimensioni aumentate (11 cm diametro longitudinale) per dilatazione della pelvi renale (4.7 cm diametro antero-posteriore) e dei calici (1,4 cm al gruppo caliceale medio); spessore corticale minimo 0,5 cm. Dilatazione e tortuosità dell'uretere sx: 1,5 nel tratto pre-vescicale, 1,9 nel terzo medio. Rene dx e vescica regolari. Posto che la prossima settimana è in programma ulteriore esame scintografico, la domanda che rivolgo è la seguente: trattandosi di idronefrosi sinistra, non ostruttiva, non refluente e, qualora l'esame scintigrafico confermasse la regolare funzionalità del rene, vi è indicazione assoluta ad un intervento chirurgico o si può continuare terapia conservativa?

Dalla descrizione della Ecografia Renale/Vescicale eseguita nel Dicembre 2009 risulterebbe una severa idronefrosi sinistra (con una importante dilatazione del bacinetto ed una significativa riduzione dello spessore della corticale renale) con un rene aumentato di volume rispetto al controlaterale: tutti questi segni ecografici sono fortemente indicativi di una verosimile uropatia ostruttiva.

E' quindi assolutamente indispensabile ripetere una nuova valutazione ecografica (sono passati 12 mesi!) e verificare la funzione renale e la risposta escretoria della imminente valutazione scintigrafica renale. Solamente con l'esito di questi nuovi esami potrà essere espresso un giudizio conclusivo sulla eventuale indicazione chirurgica rispetto a continuare un monitoraggio conservativo.
 

6/12/2010

13/1/2018

I commenti dei lettori

salve sono il padre di un bambino di due anni e nove mesi. sin dalla nascita gli e' stato riscontrato un megauretere non ostruttivo. e sin dai primissimi giorni a seguito profilassi con augmentin per evitare a detta dei dott. eventuali inf. ad oggi le misure del rene sx sono Dilat dei calici sup 33,7 mm medio 22mm inf 21,7mm pelvi (DAP) 17,6 mm. uretere dilatato lungo tutto il suo decorso con doppio inginocchiamento nel tratto medio diametro pross 11mm medio 21mm distale13mm dagli esami effettuati con scentigrafia renale seq. e risultata che la funzionalita del rene in oggetto e'del 36%. cosa consiglia fare? grazie

pippo (CE) 01/02/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Idro-uretreronefrosi non ostruttiva"

Scintigrafia renale su un neonato
Per conoscere l'esatta funzionalità di entrambi i reni serve una scintigrafia renale. Nel neonato non è un esame urgente.
Sindrome Nefrosica
La Sindrome Nefrosica è l'espressione clinica di alterazioni renali diverse sia per la forma, la causa, il modo di insorgenza e la prognosi.
Una cistografia senza catetere
La Cisto-scintigrafia indiretta si differenzia dalla diretta per la mancata introduzione di un catetere "direttamente" in vescica.
Reflusso vescico-ureterale
La correzione del reflusso vescico-ureterale può essere chirurgica. La tecnica più frequentemente adottata è quella di Cohen.
Reflusso vescico ureterale bilaterale
Soffre di reflusso vescico ureterale bilaterale e ci hanno consigliato il l'intervento tradizionale per salvaguardare la funzionalità del rene.
Calcolosi renale
Eccessive quantità di cistina non disciolta nelle urine causano la formazioni di calcolosi renale, nella vescica e/o nell'uretere.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Ferro al neonato
Nel neonato il fabbisogno di ferro è assai elevato a causa della sua rapida crescita in statura e in peso.
Ha 21 mesi e morde gli altri bambini
Ha 21 mesi e spesso, dopo aver baciato un bambino, lo morde. Passerà? I consigli dello psicologo per risolvere la situazione.
Reflusso gastro-esofageo e asma
La prevalenza di RGE in pazienti con asma varia dal 30% all’89% e circa il 40% di bambini con reflusso gastro-esofageo avrebbe sintomi simil-asmatici.
Diabete insipido
Il diabete insipido è dovuto alla mancanza di un ormone, la vasopressina. Si manifesta con l'aumento della quantità di urine e aumento della sete.
La gestosi
La gestosi è una malattia che compare esclusivamente in gravidanza con gonfiore, aumento della pressione, mal di testa e problemi renali.

Quiz della settimana

Che cosa è la melanina?
Una sostanza che favorisce il sonno
Un pigmento colorante che si trova anche nella pelle e nei capelli
Un enzima contenuto nelle mele
Una sostanza tossica per la cute