Dove si trova

Non si sa esattamente quanto selenio contenga l’organismo umano.

Si trova negli alimenti di origine animale e vegetale: le carni (muscoli ed interiora), i pesci ed i frutti di mare, il lievito di birra, i cereali, le noci, i broccoli, il cetriolo, il cavolo, l'aglio, i ravanelli, le cipolle.

Il contenuto di selenio degli alimenti di origine animale viene regolato attraverso l’alimentazione degli animali d’allevamento (integratori del foraggio arricchiti di selenio).

A cosa serve

  • Protegge le cellule dai danni causati dai radicali liberi (funzione antiossidante) e dai metalli pesanti.
  • È indispensabile per il metabolismo cellulare ed è essenziale per la riproduzione (fertilità).
  • È importante per la funzione della tiroide (attiva il principale ormone tiroideo).

Che cosa succede se manca

Con un’alimentazione normale, una carenza di selenio è rara. Una carenza di selenio causa disturbi della funzione muscolare.

Altro su: "Il selenio"

Il potassio
Si trova negli alimenti di origine animale e vegetale, in particolare nei cibi freschi non sottoposti a trattamenti di conservazione.
La vitamina E
La vitamina E ha funzione antiossidante contro i radicali liberi. E' presente nei vegetali a foglia verde, nei piselli, nell'orzo, nel germe di grano.
La vitamina PP o niacina
La vitamina PP o niacina prende parte alle reazioni della respirazione cellulare.
La vitamina B12 o cianocobalamina
La cianocobalamina, conosciuta come vitamina B12, è presente in tutti gli alimenti di origine animale in minime quantità.
La verdura nell'alimentazione del bambino
Le verdure vengono introdotte nell'alimentazione del bambino dall'inizio dello svezzamento. Qualche consiglio pratico.
Vitamine per l'influenza?
E' giusto dare vitamine ad ogni influenza o raffreddore? I polivitaminici aiutano a combattere le infezioni? Il consiglio del pediatra.